Day Breaks: il jazz anni ‘60 firmato Norah Jones

Norah Jones.

Siciliana DOC, laureata in Comunicazione, non riesce a staccarsi da Roma nonostante tutte le contraddizioni e i problemi. Ama l'arte in tutte le forme espressive e adora leggere. E' alla ricerca di un po' di equilibrio

Sesto album per la cantautrice statunitense che ha fatto della semplicità la sua cifra distintiva

noteverticali.it_norah_jones_day_breaks_coverA quattro anni di distanza da “Little broken hearts”, la jazz-singer Norah Jones, torna a suonare il pianoforte e ci riporta all’essenza della sua musica con un nuovo lavoro intitolato Day Breaks, edito dall’etichetta Blue Note.

“Questo nuovo album mi riporta alle origini e alle mie radici, segnando una vera e propria chiusura del cerchio.  Dopo il primo disco mi sono allontanata dal pianoforte per un po’ di tempo e, pur suonandolo ancora, ero maggiormente ispirata dalla chitarra per le mie composizioni. Suonare il pianoforte in questo disco mi è veramente piaciuto.”

Un jazz suadente e delicato, dunque, che fa da cornice a brani morbidi e avvolgenti dai quali traspare tutta la naturalezza e la semplicità tipiche dello stile musicale di Norah, indice del suo grande talento.

E mentre i lavori precedenti erano animati, soprattutto, da questioni personali di carattere sentimentale, quest’ultimo deriva da riflessioni di più ampio respiro e da considerazioni sugli eventi attuali e situazioni quotidiane: “Non mi riferisco a un evento particolare – spiega l’artista – basta accendere la tv ogni giorno per restare turbati o scioccati da qualcosa di diverso. Essere consapevoli è comunque importante, voglio insegnare ai miei figli cosa è giusto o meno e proteggerli da tutto ciò che ci spaventa”.

Norah Jones

Day Breaks si articola in 12 brani, 9 pezzi originali e 3 cover e vanta la collaborazione di grandi nomi del Jazz (con la j maiuscola appunto) come Lonnie Smith, Brian Blade, Wayne Shorter.

“Carry On” è il singolo che ha anticipato l’uscita dell’album ed è il pezzo maggiormente rappresentativo del sound che lo caratterizza: una voce vellutata e una melodia soul che riescono ad accarezzare l’anima.

Il tour di Norah Jones partirà dal Nord America e arriverà in Italia per due concerti, l’otto Novembre al Teatro degli Arcimboldi di Milano e il nove Novembre, al Gran Teatro Geox di Padova.

 

 

NORAH JONES – CARRY ON

 

 NORAH JONES – Day Breaks

  1. Burn
  2. Tragedy
  3. Flipside
  4. It’s A Wonderful Time For Love
  5. And Then There Was You
  6. Don’t Be Denied
  7. Day Breaks
  8. Peace
  9. Once I Had A Laugh
  10. Sleeping Wild
  11. Carry On
  12. Fleurette Africaine (African Flower)

 

 

 

Si parla di : musica, jazz, soul, Norah Jones, Carry On, Day Breaks, Lonnie Smith, Brian Blade, Wayne Shorter, Italia, nuovo, album, tour