Distruzioni per l’uso: il blues toscano degli Arnesi al loro debutto discografico

NoteVerticali.it_Arnesi

Esce il 3 aprile, per La Clinica dischi, Distruzioni per l’uso, primo album degli Arnesi, trio livornese che suona un “rock rurale”, con una formazione che conta voce, batteria, armonica e chitarra dal suono vintage, cigar box e altro armamentario – arnesi appunto – recuperato tra vecchi manici di chitarra e pick-up.

Uno stile asciutto, che si rifà al blues delle origini, quello del Delta del Mississippi, riportato in auge in salsa italiana da band come i BSBE o Il Pan del Diavolo, per citare i più conosciuti.

L’essenzialità sonora è una scelta ormai consolidata per cercare del nuovo facendo qualche passo indietro, soprattutto quando c’è bisogno di un po’ di schiettezza e sobrietà, a contrastare la menzogna e lo sfarzo di quello che, con il potere delle canzoni, si vuole criticare.

Le sonorità di questo disco talvolta hanno anche un che di progressive, soprattutto in Chirurgia Estetica, emblematica a mirare altrove nel refrain/mantra che contrappone la nostra odiata metà di mondo a qualcosa d’altro.

Si canta infatti di giochi di palazzo, tema de Il Presidente, singolo che anticipa l’uscita del disco con un video ben curato e cupo, quanto la realtà di una corsa alla bassezza delle istituzioni che ci richiamano ipocritamente all’ordine.
Il tutto con una buona dose di ironia e leggerezza, altrimenti non ci resterebbe che piangere.

Allora ridiamo di quella ragazza particolarmente Gelida, di quelli che hanno bisogno di Mentire a se stessi per non sentirsi soli, magari aggrappandosi all’illusione del surf in provincia di Livorno sognando la California (Surf al Calambrone).

Gli Arnesi non credono alle favole e descrivono senza troppa poesia la cruda realtà, quella di un trentenne che svegliandosi la mattina con una birra in mano (Il Risveglio) si sente vecchio e sogna la pensione, che non vedrà mai (Sogno la Pensione).

Cosa c’è di più blues? Fiato alle armoniche.

Arnesi – Distruzioni per l’uso – Tracklist

1. Risveglio
2. Il presidente
3. Surf al Calambrone
4. Ieri ho picchiato mia nonna
5. Mentire a se stessi
6. Chirurgia estetica
7. Sogno la pensione
8. Gelida