Divide: il pop ecumenico di sir Ed Sheeran

NoteVerticali.it_Ed_Sheeran_1

Una laurea in Scienze della Comunicazione e tanti sogni nel cassetto. Curiosa, amante dei viaggi, da sempre appassionata di musica e libri, ma soprattutto grande divoratrice di film e serie tv, preziosi compagni delle sue lunghe notti insonni.

Dopo un lungo silenzio discografico durato ben tre anni, Ed Sheeran è tornato a far parlare di sé con il suo nuovo e attesissimo album “÷” (Divide), anticipato a gennaio dall’uscita di due singoli diametralmente opposti: Castle on the Hill, brano pop rock in stile U2, e Shape Of You, una hit radiofonica dalle sonorità tropical, inizialmente scritta per Rihanna.

Non era facile riuscire ad eguagliare il successo del disco precedente “X”, ma l’artista britannico è riuscito a fare persino di meglio battendo il record di vendite di tutti i tempi in una sola settimana: oltre 4 milioni e 300 mila copie vendute nel mondo e oltre 603 milioni di streaming nella prima settimana su Spotify, Apple MusicDeezer.

Questi numeri impressionanti non sono frutto del caso: nel giro di pochi anni e con due soli album di studio alle spalle, il cantautore di Halifax dai capelli rossi e dallo sguardo timido ed impacciato è passato dal fare l’artista di strada nella metropolitana di Londra a totalizzare sold out nelle arene di tutto il mondo. Oltre all’innato talento musicale che lo ha reso uno dei songwriters più apprezzati del momento, il suo punto di forza sta proprio nella sua semplicità: nonostante il successo, Sheeran non ha mai snaturato il suo rassicurante approccio chitarra/voce ed è rimasto il ragazzo umile e semplice di sempre, capace di emozionare con le sue ballad romantiche e di far ballare la gente con i suoi pezzi dance.

NoteVerticali.it_Ed_Sheeran_2

Divide, a dispetto del titolo, fa tutto tranne che dividere, perché è costruito magistralmente per mettere d’accordo tutti. Chi già conosce questo artista sa bene che si presenta come il re dei contrasti: le sue canzoni sono realizzate per piacere ad un pubblico quanto più ampio e variegato possibile, con un’immediatezza radiofonica che attualmente quasi nessuno può vantare nel panorama internazionale.

Da questo punto di vista Divide non tradisce le aspettative: è un album dal sound eterogeneo, in cui ogni singola canzone (12 nella versione standard e 16 in quella deluxe) è completamente diversa dall’altra: un mix di generi, sound e strumenti decisamente innovativo rispetto al suo precedente lavoro, che aveva ricevuto qualche critica per la sua natura troppo “guitar-based”.

Il disco si apre con la splendida Eraser, una canzone dal sapore rap-folk in cui Ed ricorda il suo difficile passato da artista di strada e riflette sui temi della fama e del successo. Si spazia, piano piano, tra generi diversi che rendono l’album scorrevole e soprattutto molto moderno ed accattivante: si passa dal pop rock del singolo da stadio Castle On The Hill, proseguendo con la ballata blues Dive in stile Van Morrison, per arrivare fino alla tropical house di Shape Of You. C’è spazio anche per la musica tradizionale irlandese in Galway Girl e Nancy Mulligan (pezzo dedicato ai suoi nonni), per una potenziale hit estiva con ritmi latineggianti come Barcelona e, nella versione deluxe, addirittura per un pezzo afrobeat (Bibia be ye ye). Il suo punto di forza rimangono però le ballad tradizionali: tra le più emozionanti troviamo How Would You Feel (Paean), Supermarket Flowers dedicata alla nonna materna, morta mentre l’artista stava incidendo l’album, e Perfect, una commovente dichiarazione d’amore scritta per la fidanzata.

I testi affrontano tematiche importanti ed autobiografiche in cui, però, ognuno di noi può identificarsi ed immedesimarsi: traendo ispirazione da argomenti ed esperienze personali, Ed ci conduce in un viaggio intimo fatto di ricordi familiari, riflessioni sulle sue passate relazioni sentimentali e sulla sua carriera musicale, oltre che un bilancio sulla sua giovane vita, tra errori e momenti difficili. In conclusione, Divide è un ottimo album caratterizzato da un sound più maturo rispetto ai suoi precedenti lavori, e costituito da brani pronti per diventare delle hit di successo.
Ad un primo ascolto la varietà di generi musicali contenuti nel disco può in qualche modo disorientare l’ascoltatore, ma riascoltandolo più volte non si può non notare la bravura con la quale Ed Sheeran è riuscito a mettere insieme questo mix di ingredienti così diversi tra lavoro, realizzando un prodotto credibile e di alta qualità.
Una critica che gli si può muovere è che alcuni dei pezzi più belli sono contenuti solo nella versione deluxe.

 

ED SHEERAN – SHAPE OF YOU

NoteVerticali.it_Ed_Sheeran_Divide_coverED SHEERAN – DIVIDE (TRACKLIST)

  1. Eraser
  2. Castle On The Hill
  3. Dive
  4. Shape Of You
  5. Perfect
  6. Galway Girl
  7. Happier
  8. New Man
  9. Hearts Don’t Break Around Here
  10. What Do I Know?
  11. How Would You Feel (Paean)
  12. Supermarket Flowers

(Deluxe)

13. Barcelona 
14. Bibia Be Ye Ye 
15. Nancy Mulligan 
16. Save Myself