Resistenza: Neffa e il suo ritorno alle origini

NoteVerticali.it_Neffa_03

Tredici tracce dai suoni naturali e caldi, con venature quasi soul. Abbiamo ascoltato il disco che riporta l’artista campano ai suoi inizi

NoteVerticali.it_Neffa_Resistenza_coverQuello di Giovanni Pellino in arte Neffa, era un ritorno molto atteso. Da anni il cantautore di Scafati ci accompagna con la sua voce calda e i suoi testi intensi, e il nuovo albumResistenza” non delude le aspettative. Tredici tracce dai suoni naturali e caldi, quasi soul che si distaccano nettamente dal precedente lavoro Molto calmo che era intriso di sonorità funky e a tratti rap. Neffa sembra tornare alle origini, alle tonalità sensuali e malinconiche di brani come Quando finisce così e Lontano dal tuo soleche sono tra l’altro relativamente recenti.

Il nuovo album è stato anticipato da due canzoni, Sigarette e Colpisci. I due pezzi sono molto diversi tra loro perchè il primo è molto più movimentato nonostante il testo molto personale e a tratti malinconico (si dice che il brano sia dedicato alla sua ex Nina Zilli), inoltre ha un ritornello accattivante che una volta entrato in testa, ne esce difficilmente. “Colpisci”, invece, in rotazione radiofonica già dal 21 agosto con un video che vede come protagonista la bellissima Valentina Lodovini, è un brano molto più soul e dalle sonorità molto calde. Importante è la partecipazione nell’arrangiamento di questa canzone dell’orchestra Gnu Quartet. Particolarmente forte è l’influenza del modo di cantare di Nina Zilli, aspetto che conferma lo stesso Neffa.

NEFFA – COLPISCI

 

L’album si apre con la titletrack Resistenza che ci sorprende per le sonorità reggae che si mischiano sapientemente al pop. Il testo del brano ha una forte impronta polemica nei confronti della politica dei nostri giorni ed è un invito a non soccombere alle ingiustizie che ogni giorno accadono nel nostro paese. Queste ingiustizie Neffa sembra combatterle attraverso la sua musica.

NoteVerticali.it_Neffa_01Il disco oscilla quindi tra sonorità pop e soul, tra brani ritmati e lenti. Un lampante esempio di ciò sono i brani Occhi chiusi e Per fortuna che c’è il mare. Il primo è un brano leggero e molto sentimentale attraversato da sonorità d’altri tempi che ritroviamo anche nella seconda canzone, tipico pezzo estivo anni ’50. Gli ultimi citati non sono brani particolarmente incisivi, anzi spesso risultano ripetitivi e facilmente dimenticabili. Non si può dire lo stesso del brano Un piccolo ricordo di Maria”, forse la canzone migliore dell’album sia a livello testuale sia strumentale. E’ un brano pop movimentato che vede la presenza del coro e nel finale ci sorprende una bella chitarra elettrica che rende tutto più passionale. Un altro bel brano è Dubai (Why o why)dalle sonorità blues così come Giorni e giorni”, che tra l’altro era una demo del 2000, un pezzo seducente che chiude molto bene il disco.

Tra i brani più particolari c’è sicuramente Twit”, pezzo positivo e dal testo spensierato. Anche questo brano sembra di un’altra epoca, pur se le sonorità e il tema sono innovative. Il twit a cui si allude è quello dei social network. Sulla stessa scia è il brano Lampadineche però non è uno dei migliori dell’album. L’impalcatura sonora è molto semplice e il testo senza pretese. Brano movimentato e di attualità è ancheMa jolie”, che ha sonorità tipicamente pop. Anche questo pezzo tratta come tema l’amore e la sua capacità di salvarti. Gli ultimi due brani confermano l’influenza della Zilli sulla musica di Neffa e sono Realtà e Catalogo . Il primo presenta un’atmosfera da club, la strumentazione è minimal e la voce lasciva. Il secondo invece è altrettanto soul ma molto più movimentato, la voce è come sempre inconfondibile.

NoteVerticali.it_Neffa_02Tutto sommato, il nuovo lavoro di Neffa merita una valutazione positiva. E’ un album pensato e voluto. Tra l’altro, Neffa è sempre stato uno sperimentatore e per fare cambiamenti sonori così radicali, è necessaria una buona dose di coraggio.

Ecco la tracklist di “Resistenza“:

  1. Resistenza
  2. Colpisci
  3. Un piccolo ricordo di Maria
  4. Sigarette
  5. Per fortuna che c’è il mare
  6. Dubai (Why, oh why?)
  7. Twit
  8. Occhi chiusi
  9. Realtà
  10. Lampadine
  11. Catalogo
  12. Ma Jolie
  13. Giorni e giorni