James Horner, forza orchestrale e melodica del cinema di tutti i tempi

NoteVerticali.it_James Horner_8

20150624-164833-60513538.jpg

È stato tra i compositori hollywoodiani più amati, sia per la sua carica orchestrale che per l’intima profondità delle sue melodie.
La carriera di James Horner, grande musicista scomparso all’età di 61 anni in seguito a un incidente mentre pilotava il suo aereo, è iniziata nel lontano 1979 sulle note del film The Lady in Red, ma il musicista è salito alla ribalta negli anni novanta con alcune collaborazioni prestigiose con registi del calibro di Steven Spielberg e James Cameron; è proprio con quest’ultimo, realizzando la colonna sonora di Titanic nel 1997, che Horner crea quello che commercialmente parlando è ancora oggi il più grande successo nella storia delle colonne sonore; note importanti, che ci legano a un film di grande successo e che hanno portato milioni di spettatori a lasciarsi coinvolgere nella storia di Jack, Rose e del Titanic.

Più di recente, Horner ha realizzato la colonna sonora del film Avatar, risultando, fra l’altro, il compositore dei film col più alto incasso nella storia del cinema; anche stavolta, alla regia vi era uno dei registi a cui era più legato, lo stesso Cameron.

Importanti anche le collaborazioni con Ron Howard, in primis quella per il film A Beautiful Mind, pellicola ispirata alla vita del celebre matematico John Nash, anche lui recentemente scomparso in un incidente.

James Horner ha composto musiche anche per numerosi film d’animazione. Vogliamo ricordare, fra le altre, quelle del film Fievel sbarca in America (An American Tail) del 1986, una produzione di Spielberg in cui Horner ha impresso la sua delicata emotività musicale con pezzi strumentali toccanti e bellissime canzoni; Somewhere Out There, ad esempio, è ancora oggi interpretata da artisti di ogni età e paese:

Horner ha vinto due premi Oscar grazie alle sue melodie realizzate per il film Titanic, due Golden Globe e altri prestigiosi premi legati alla musica filmica.

Una scomparsa, quella che di James Horner, che si farà senza dubbio sentire nel mondo del cinema; le sue composizioni racchiudevano la forza orchestrale insieme a una più intima visione melodica, due caratteristiche che in pochi, nel panorama mondiale, sono in grado di portare sulla scena di un film. Fra questi, restano il nostro grande Ennio Morricone e l’austriaco Hans Zimmer.

Concludiamo questo nostro ricordo con quella che è la composizione più popolare di James Horner, My Heart Will Go On (tratta dal film Titanic) nella splendida interpretazione che dal lontano 1997 Célin Dion è in grado di regalarci: