Nastri d’Argento 2015: “Il giovane favoloso” miglior film dell’anno

20150628-014854-6534172.jpg

Come da aspettativa, “Il Giovane Favoloso” di Mario Martone ottiene il premio “film dell’anno”. È il verdetto decretato dal sindacato nazionale dei giornalisti cinematografici per l’assegnazione dei Nastri d’argento 2015. La serata di premiazione, che si tiene come ogni anno in occasione del Taormina film fest, fa salire poi sul podio anche Paolo Sorrentino, miglior regista per ‘Youth’, Elio Germano, miglior attore per il Leopardi de ‘Il giovane favoloso’, e Margherita Buy, miglior attrice protagonista di “Mia madre” di Moretti (unico premio per il film).
Tre riconoscimenti a testa, complessivamente, per “Youth”, “Il racconto dei racconti” e “Anime Nere”. Oltre al premio a Sorrentino, “Youth – La giovinezza” ottiene anche il premio per la fotografia (Luca Bigazzi) e il montaggio (Cristiano Travaglioli). Il film di Munzi, “Anime Nere” si porta a casa invece i Nastri per la migliore produzione (Cinemaundici di Luigi e Olivia Musini) e quello per la sceneggiatura (ancora Munzi con Fabrizio Ruggirello e Maurizio Braucci). “Il racconto dei racconti” è premiato invece per i costumi di Massimo Cantini Parrini (con la Sartoria Tirelli), scenografie (di Dimitri Capuani) e sonoro in presa diretta (Maricetta Lombardo).
Altri due nastri a “Il giovane favoloso” per la produzione di Carlo degli Esposti e la sceneggiatura condivisa dal regista con Ippolita Di Majo.
A “Il ragazzo invisibile” di Gabriele Salvadores, va il Nastro per il miglior soggetto. A sorpresa, il premio miglior commedia spetta a “Noi e la Giulia” di Edoardo Leo, per il quale è stato assegnato il Nastro a Claudio Amendola come miglior attore non protagonista. Primato anche l’attore Alessandro Gassman per il suo ruolo da protagonista ne “I nostri ragazzi” e “Il nome del figlio”, per il quale viene premiata anche la protagonista femminile Micaela Ramazzotti.
Primato per questa 69esima edizione nell’assegnazione del premio Nino Manfredi, vinto da un’attrice Paola Cortellesi e dalla coppia Lillo & Greg, alla quale spetta un Manfredi speciale per due.
L’ennesimo Nastro arriva per Nicola Piovani per la colonna sonora di “Hungry hearts”. Sempre sul versante musicale, premiato Francesco De Gregori per la migliore canzone nel film di Paolo Genovese “Sei mai stata sulla luna?”.
Nastro speciale per Cristina Comencini per il suo “Latin lover” attraverso il quale “ha celebrato affettuosamente e con ironia un grande amore per il cinema di ieri”.

20150628-015001-6601873.jpg