Robinù: Michele Santoro porta a Venezia la Napoli nascosta

notevertical.it_michele_santoro

notevertical.it_michele_santoro_robinuPresentato fuori concorso alla 73ª Mostra del Cinema di Venezia, nella nuova sezione Cinema nel Giardino, Robinù, l’intenso docu-film ideato e diretto da Michele Santoro, basato sui veri volti dei baby-boss della camorra e dei loro familiari devastati dal dolore.

«Tu queste cose le devi fare ora. Perché così, se vai in galera per vent’anni, esci e hai tutta la vita davanti»: è questa la concezione del mondo dei soldati bambino che a soli quindici anni imparano a sparare e che Michele Santoro porta per la prima volta sul grande schermo, delegando loro il ruolo di assoluti protagonisti, che muovono i propri ingranaggi in una realtà complessa e sfaccettata come quella di Napoli, in cui bande di adolescenti, soprattutto negli ultimi anni, si combattono a suon di kalashnikov, in una guerra dimenticata che è arrivata a contare oltre sessanta morti. Una guerra conosciuta come la “paranza dei bambini”, che da Forcella si insinua nei Decumani e scende fino ai Tribunali e a Porta Capuana, nel ventre molle di Napoli, tra i turisti che di giorno riempono le strade e gente che di notte si nasconde nei bassifondi trasformati in nuove piazze di spaccio.

notevertical.it_michele_santoroIl documentario, caratterizzato da toni diretti e senza alcun tipo di mediazione, pone sotto i riflettori la storia di un intero giovane popolo ridotto a carne da macello: sotto gli occhi indifferenti delle istituzioni, i giovani protagonisti evadono qualunque obbligo scolastico, non parlano italiano ed esprimono chiaramente sentimenti e passioni di una forza sconosciuta a quella parte di Paese definita “normale”. Quella di Santoro è una vera e propria prova, una scommessa, atta a portare alla luce quella parte di Napoli di cui non si può parlare, attraverso il racconto di voci che in genere non arrivano così nitide, chiare, pulite, senza rumori di fondo. E i figli di questa Napoli, queste voci “nuove” hanno il destino già segnato, deciso.
Di seguito il trailer ufficiale:

ROBINU’ – Il trailer del film