Dalla E-Street Band al jazz: Max Weinberg arriva in Italia

20150725-191717-69437803.jpg

Lo storico batterista di Bruce Springsteen conduce in tour il suo progetto Max Weinberg Jazz Quintet: previste cinque tappe lungo lo stivale

Lo abbiamo ben presente a fianco del “Boss” del rock americano in un connubio che ha radici nel lontano 1974 e che ancora oggi porta i suoi risultati in live energici che vanno avanti per ore e ore.
Instancabile, operoso e pieno di risorse, Max Weinberg è in procinto di tornare in Italia in una veste completamente diversa. Il batterista, affiancato da Dave Kikoski al piano, da Cameron Brown al contrabbasso, da John Bailey alla tromba e Brandon Wright al sax, porterà in concerto un repertorio ricco, ispirato a Charlie Parker e a Dizzy Gillespie, con un sound in bilico tra il più irriverente bebop e il classic jazz anni 40/50.

I più scettici a questo punto si chiederanno: come può un musicista così affine al portamento e al linguaggio rock risultare credibile anche in questo genere completamente diverso?
Sin dai tempi dei Max Weinberg 7, band del celebre show televisivo statunitense “Late night with Conan O’Brien” attiva dal 1993, il buon “Mighty Max” (come è solito chiamarlo Springsteen) ha accuratamente smentito questo preconcetto. Il batterista da giovane si incantava letteralmente di fronte a personaggi come Philly Joe Jones o Sonny Greer, a dimostrazione del fatto che la sua passione per il jazz lo accompagna da un’intera vita: «quello era jazz, non rock’n’roll. Se i Beatles non fossero esistiti, se non avessi conosciuto Bruce dieci anni dopo, forse sarei andato in una direzione diversa», afferma in un’intervista nel 2014. Sul suo attuale progetto dichiara: «tutti i musicisti jazz amano avere un batterista che suoni per tutta la notte, così possono occuparsi dei “solo” e questo è ciò che praticamente accade qui. Ho preso alcuni dei più grandi musicisti del jazz moderno, gli ho dato largo spazio – questi ragazzi sono fantastici, sono fortunato ad averli con me sul palco».

Il tour farà inizialmente tappa di Cortona il 2 agosto, città che nel 2013 ha insignito Weinberg della cittadinanza onoraria. Il 3 agosto sarà la volta del festival “Blues sotto le stelle” a L’Aquila. Il quintetto calcherà il prestigioso palco del Blue Note di Milano il 4 agosto e terminerà il soggiorno italiano l’8 agosto al festival “Le strade blu” a Brisighella. Da non perdere!

20150725-191855-69535616.jpg