El Desconocido: quando la finzione è parallela alla realtà

NoteVerticali.it_El_Desconocido

Speculazioni finanziarie e frodi scorrono sullo schermo mentre nell’attuale società le viviamo in prima persona

NoteVerticali.it_El_DesconocidoL’esordiente alla regia Dani de la Torre sbanca la XX edizione del Capri Hollywood con il suo El Desconocido (ovvero Lo sconosciuto) e si candida di diritto a far piazza pulita anche dei Premi Goya, essendo candidato a ben 8 riconoscimenti fra i quali Miglior Regista Esordiente e Miglior Attore. Miglior Attore, appunto, potrebbe essere Luis Tosar, splendido protagonista del film.

Un ambizioso direttore di banca specula e froda i suoi clienti per accrescere la sua fame di soldi e potere e finirà col trovarsi in un ricatto terrificante e probabilmente senza via di scampo.

Una sorprendente sceneggiatura che rispecchia quanto mai una delle attuali vicende socio-culturali.

A contornare il lavoro di Tosar ci saranno Javier Gutiérrez nei panni del Desconocido e la bellissima Goya Toledo, una delle protagoniste del cult Amores Perros (2000).

Ancora poco è concesso sapere al grande pubblico ma molto si attende da questo Sconosciuto.

Siamo pronti a scoprirne di più.

 

EL DESCONOCIDO (Spagna. 2015, Drammatico, 102′). Regia di Dani de la Torre. Con Luis Tosar, Javier Gutiérrez, Goya Toledo, Elvira Minguez, Antonio Mourelos.