Jazz ad alta quota in Trentino, attesi Chick Corea e Stanley Clarke

NoteVerticali.it_SuedTirol Jazz Festival 2014

NoteVerticali.it_Chick Corea_Stanley Clarke

 

Fervono i preparativi per la trentaduesima edizione del Sudtirol Jazzfestival Altoadige, in programma dal 27 giugno al 6 luglio nella provincia di Bolzano. Location suggestive, dotate di fascino ed eleganza del tutto naturali, per una manifestazione che quest’anno intende omaggiare il giovane jazz francese e i suoi principali esponenti. Un pregevole assaggio verrà dalla prima serata, intitolata “Une nuit française”, in programma venerdì 27 giugno al teatro comunale di Bolzano. Sul palco salirà il grande fisarmonicista Vincent Peirani, accompagnato dai suoi connazionali Francois Salque, Serena Fisseau, Emile Parisien, Julien Herne, Tony Paeleman, Yoann Serra e Airelle Besson, per dar vita a un happening musicale senz’altro emozionante e unico. Per l’occasione, si esibirà anche il “Living Being Quintet”, una band capitanata dallo stesso Peirani, che sarà senz’altro foriera di sorprese musicali.

Proseguendo, il cartellone della kermesse prevede l’esibizione di oltre 120 artisti provenienti da tutto il mondo, tra giovani promesse e nomi storici del jazz moderno: due su tutti, Chick Corea e Stanley Clarke, che si esibiranno nella serata conclusiva del festival, domenica 6 luglio a Vipiteno, su un palco allestito presso lo stabilimento della Prinoth. Un’occasione unica per vedere insieme due mostri sacri del jazz, che negli anni Settanta scrissero pagine indimenticabili di latin jazz all’interno del gruppo “Return To Forever”, che nella formazione originaria comprendeva anche Joe Farrell, Airto Moreira e Flora Purim. Le loro carriere sono poi proseguite in modo separato, con successi continui. Da segnalare, per Clarke, bassista ipertalentuoso, la vittoria nel 2011 del Grammy per il migliore album di jazz contemporaneo (“The Stanley Clarke Band”).
Oltre ai concerti, sono in programma incontri fra musicisti e una serie di progetti speciali che permetteranno agli spettatori che si prevedono numerosi, di riscoprire il fascino della montagna e le meraviglie di un territorio ricchissimo di potenzialità e risorse: imperdibile, in questo senso, la “Saslonch Suite”, una performance alpinistico-musicale sulla parete della Sassolungo: protagonisti i fratelli belgi Nicolas e Olivier Favresse, due straordinari musicisti-alpinisti che daranno vita ad una spettacolare session musicale d’alta quota condita da elementi acrobatici. Insieme a loro, a sfidare la forza di gravità ci saranno anche lo slackliner Armin Holzer, e il base jumper Uli Emanuele. Davanti alle rocce suoneranno Andreas Schaerer, Lucas Niggli, Kalle Kalima, mentre dalla parete arriveranno le note di Matthias Schriefl, Florian Trubsach e Cedric Favresse.

NoteVerticali.it_SuedTirol Jazz Festival 2014_3

Il Sudtirol Jazzfestival Altoadige” – spiega Klaus Widmann, direttore artistico della manifestazione – “ ha ormai assunto il ruolo di evento internazionale che offre musica di qualità altissima in luoghi davvero unici. Questa edizione” – prosegue Widmann – “ ancora di più di quelle passate, si annuncia come una sorta di esplorazione, musicale ma anche di un territorio. Seguendo il fil rouge dei concerti si potrà andare alla scoperta del nostro territorio, conoscere le città, immergersi nella natura, scoprire incantevoli vallate e rifugi, magari assaggiando, tra un concerto e un altro, specialità gastronomiche. La programmazione artistica è ancora una volta all’insegna della varietà musicale, del nuovo, con un’attenzione particolare a incontri inediti fra artisti di diverse parti del mondo, fra giovani promesse e star già consolidate. Quest’anno ospite d’onore del festival, sarà il giovane jazz francese che sta davvero attraversando un momento di grazia”.

Per maggiori dettagli, consultare il sito ufficiale della manifestazione: http://www.suedtiroljazzfestival.com.