La moglie del cuoco: menage à trois in cucina, tra divertimento e colpi di scena

NoteVerticali.it_La moglie del cuoco_1

NoteVerticali.it_La moglie del cuoco_3Il nuovo cinema francese ci regala commedie che analizzano in modo originale e brillante i rapporti sentimentali, dando spazio a quadri interpretativi che consentono di riflettere in modo non banale sulla complessità delle relazioni tra uomo e donna. È il caso de ‘La moglie del cuoco‘, film diretto dall’attrice Ann Le Ny (già nota per ‘Quasi Amici’ e ‘La Guerra è dichiarata’) e distribuito da Teodora Film.
La pellicola ci presenta Marithé, una donna impegnata nel sociale, che lavora in un istituto di formazione per adulti, cercando di indirizzarli a trovare la vera vocazione. Un giorno Marithé incontra Carole, moglie complessata di Sam, chef di fama. Marithé esorta Carole a emanciparsi e a trovare la propria dimensione di vita, al punto da indurre Carole a lasciare Sam. Fin qui tutto normale, se non fosse che nel frattempo però Marithé incontra Sam e tra i due scatta inevitabilmente qualcosa, portando la storia verso un’evoluzione inattesa. E’ la svolta che genera divertimento e colpi di scena. Una commedia frizzante, che vede in scena tre tra i maggiori attori francesi di questi anni, ossia Emmanuelle Devos (“Sulle mie labbra”), Karin Viard (“Delicatessen”) e Roschdy Zem, premiato come miglior attore nel 2006 a Cannes per il film “Indigènes” di Rachid Bouchareb.

NoteVerticali.it_La moglie del cuoco_4