L’arte dell’animazione in mostra a Firenze

NoteVerticali.it_Re Leone_Andreas Deja_1

NoteVerticali.it_Andreas Deja_2Ogni anno l’eccellenza del cinema di animazione fa tappa a Firenze, grazie a Nemoland, evento organizzato dall’Accademia delle arti digitali Nemo. Mostre, interviste, premiazioni e workshop consentono ad aspiranti professionisti di conoscere i molteplici aspetti del lavoro di animatore; ma soprattutto permettono ai futuri disegnatori di incontrare dal vivo i propri idoli: le leggende dell’animazione.

Durante questi anni (questa è stata la dodicesima edizione) nomi prestigiosi sono passati da Firenze, artisti che hanno prestato la loro creatività alla Disney, allo Studio Ghibli, ma anche in piccole produzioni indipendenti: Don Bluth, Gary Goldman, Stephen Silver, Sandro Cleuzo, Yoichi Kotabe, Bobby Chiu, Isao Takahata, Tom Bancroft, solo per citarne alcuni.   

Per il grande pubblico questi nomi forse saranno quasi sconosciuti, ma tutti conosciamo i personaggi cui hanno dato il loro contributo: Fievel, Anastasia, Kim possibile, Principessa Monoke, Heidi, Anna dai capelli rossi, SuperMario, Hercules, Aladdin… e la lista sarebbe ancora lunga.

Se volete divertirvi, cercateli su Internet e accanto ai nomi sconosciuti compariranno magicamente i personaggi più amati dell’animazione.

NoteVerticali.it_Andreas Deja_TigerMolte edizioni di Nemoland si sono svolte presso la prestigiosa sala della Gipsoteca del Liceo Artistico di Porta Romana, presentando una selezione di tavole originali degli artisti ospiti. Vedere dal vivo un disegno originale fa sempre un certo effetto, e l’accostamento con la classicità delle opere presenti nella Gipsoteca aumenta il fascino di questa esposizione molto particolare.

Quest’anno l’ospite era Andreas Deja, artista americano di origine polacca. All’età di 10 anni Andreas vede Il libro della giungla e ha una folgorazione: farà l’animatore. Scrive alla Disney per essere assunto, ma ovviamente é troppo giovane! Non si perde d’animo e dieci anni più tardi riesce a coronare il suo sogno: fra pennelli e digitale lavora finalmente ai primi personaggi e oggi è uno dei più affermati professionisti del settore. Dopo aver lavorato a Basil, l’investigatopo e Chi ha incastrato Roger Rabbit? approda alla creazione di animazioni di personaggi come il Re Tritone de La Sirenetta, il protagonista di HerculesLilo di Lilo e Stitch, ma soprattutto di alcuni indimenticabili “cattivi”: Jafar di Aladdin, Scar de Il Re Leone, e molti altri.

NoteVerticali.it_Re Leone_Andreas Deja_1L’artista ha presentato in mostra circa sessanta suoi disegni, di cui circa quaranta originali e una ventina di modelli base. Oltre ai lavori per la Disney, l’artista ha mostrato in anteprima i disegni preparatori di Mushka, il suo ultimo progetto di animazione. Una vera “chicca” per gli appassionati del genere.

Che dire? Peccato che la mostra sia già finita, ma non disperate: il prossimo anno si replica! e chissà chi sarà l’ospite prestigioso…