Le colline del Jazz: al via la sesta edizione con tributi d’eccezione

NoteVerticali.it_Raffaela_Siniscalchi

Idealista e visionario, forse un pazzo, forse un poeta, ama l'arte come la vita, con disincanto, sogno e poesia...

Da Raffaela Siniscalchi ad Antonella Mazza, omaggio a leggende viventi della storia della musica, tra cui Tom Waits e Mina NoteVerticali.it_Le_colline_del_jazz_2016_Rossano_Masseria_Mazzei_2Non si è ancora spenta l’eco della scorsa edizione, che, con l’avvento della stagione estiva, ritorna anche per il 2016 “Le colline del Jazz“. La rassegna, giunta al suo sesto capitolo annuale, proietta in un contesto geografico unico nel suo genere, quello della Masseria Mazzei sulle colline di Rossano Calabro (CS), la musica jazz, declinata nelle performance di alcuni tra i più importanti esecutori presenti sulla scena. E così l’Alto Jonio Cosentino diventa ancora una volta scenario insuperabile di serate all’insegna non solo dell’ottima musica, ma anche del cibo più raffinato ed esclusivo. Un connubio impagabile, che, siamo sicuri, anche quest’anno porterà nel centro calabrese, famoso per essere sede del Codex Purpureus, tanti appassionati e cultori.

Cinque gli appuntamenti dell’edizione targata 2016, realizzata dalla Masseria Mazzei in collaborazione con la Blowing Soul, che quest’anno trasloca alla domenica e che regala concerti-tributo ai “mostri sacri” del genere. Si comincia il 24 luglio con gli Agora Tà, quartetto di matrice calabro-siciliana che omaggerà colei che è ritenuta la più grande interprete brasiliana di tutti i tempi, Elis Regina, vera dea della bossanova. Si continua poi, domenica 31 luglio, con Raffaela Siniscalchi, interprete di primo piano che vanta collaborazioni di primo piano come quelle con Nicola Piovani ed Ennio Morricone, che con il suo quartetto rileggerà armonicamente una leggenda vivente come Tom Waits.
Domenica 7 agosto il tributo in terra rossanese coinvolgerà invece Mina, vera icona musicale dei nostri anni: il meglio del suo repertorio che attraversa più di mezzo secolo di storia, sarà omaggiato dal Roma Jazz 5tet, in un progetto artistico che si è già distinto per freschezza e originalità.
Toccherà poi ai The Hoppers, in scena alla vigilia di Ferragosto, rileggere un repertorio ampio che coinvolgerà il pubblico presente in un viaggio nel tempo che toccherà alcuni tra i principali standard jazz. Dulcis in fundo, l’appuntamento del 21 agosto, che chiuderà la rassegna con l’esibizione di Antonella Mazza, prima esponente femminile del contrabbasso jazz in Italia, nonché bassista elettrica, la cui carriera spazia da collaborazioni di rilievi tra cui quelle con RonMassimo Ranieri, Ndidi ‘O, Axel Bauer e Johnny Hallyday.

NoteVerticali.it_Raffaela_SiniscalchiInsomma, cinque appuntamenti senz’altro da non perdere, che confermano anche per quest’anno l’importanza di una rassegna ormai divenuta un classico nelle proposte in cartellone per la stagione estiva musicale in Calabria e in tutto il Sud Italia. Un viaggio che unisce le suggestioni musicali di un genere ricco di contaminazioni, come solo il jazz sa essere, con gli stimoli di gusto e sapori di una tradizione alimentare altamente nobile come quella calabrese. Piccola nota a margine per chi volesse partecipare alle degustazioni gastronomiche di ciascuna serata: per farlo è necessario prenotarsi, contattando i seguenti recapiti: 335.5366452; 339.6090941; info@masseriamazzei.it.