MEI 2017, tutto il programma, con oltre 200 artisti presenti

NoteVerticali.it_Dario_Brunori_Sas_3

Brunori Sas premiato come miglior artista del PIMI e PIVI 2017

Torna a Faenza il MEI – Meeting delle Etichette indipendenti giunto alla ventitreesima edizione: una tre giorni per capire gli orientamenti della nuova scena indipendente italiana, declinata in Concerti, il Forum del giornalismo musicale, workshop, mostre, riconoscimenti e iniziative formative.

L’iniziativa, organizzata e diretta da Giordano Sangiorgi, ha dato prova di sapersi rinnovare in un periodo storico che ha rivoluzionato la discografia e, più in generale, la scena indipendente ed emergente italiana. Dallo scorso anno è cominciato un nuovo corso del MEI, capace di attrarre in soli quattro giorni a Faenza oltre 30.000 presenze a Faenza, roccaforte del Meeting sin dal 1995, prima come Festival delle Autoproduzioni e poi con la denominazione MEI dal 1997 che ha radunato oltre 600 mila presenze in totale diventando di fatto la prima manifestazione turistica del territorio dell’unione faentina.

Saranno oltre 200 gli artisti presenti nel ricco programma in scena dal 28 settembre al 1 ottobre: si va da Brunori Sas (miglior artista del PIMI  e PIVI 2017) a Ermal Meta, dai Modena City Ramblers a Zibba, e poi  Skiantos, Canova (Miglior Giovane Band con la produzione di Maciste Dischi), Banda Rulli Frulli coi Perturbazione, Gio Evan, Espana Circo Este (Miglior Gruppo Live), Ambrogio Sparagna, Lato B in Omaggio a Lucio Battisti con Leo Pari e Gianluca De Rubertis, Giorgio Ciccarelli, Diodato, Il Muro del Canto, Opus Avantra e Claver Gold, Miro Sassolini, Secco, Braschi, Leo Folgori, Omar Pedrini, Enrico Capuano, Roberto Durkovich, il Coro della Pace di Alexian Santino Spinelli, Filippo Dr. Panico e tantissimi altri..

Il programma è ricchissimo. Si parte da un’anteprima, il 28 settembre, con l’incontro tra Ermal Meta e gli studenti faentini, insieme a Radio Rai, da cui riceverà il Premio Radio Rai Live come miglior artista live dell’anno. Venerdì 29 si apre ufficialmente il Mei 2017 con il workshop sulle Cante Romagnole con Ambrogio Sparagna e le Corali Romagnole in Piazza del Popolo alle 18 che si esibiranno nei canti tradizionali tipici delle nostre terre e poi alla sera a Casa Spadoni mentre alle 21 in Piazzale Pancrazi con lo Street Food di Cucine a Motore ci sarà l’Omaggio a Lucio Battisti coi Lato B, Riki Anelli, Renato Marengo e tanti altri ospiti. Sempre in apertura sarà presentato dai Kachupa il nuovo Romagna Mia in spagnolo per il giovane mercato internazionale insieme alla presentazione del videoclip classico di Romagna Mia realizzato da Casadei Sonora.

Si entra nel clou della programmazione sabato 30 settembre. La mattina sarà dedicata alla formazione per i giovani musicisti con i seminari Adastra, conoscere il mercato musicale per capirlo ed affrontarlo nel migliore dei modi. Relatori Riccardo De Stefano e Giuliano Biasin della cooperativa Esibirsi, che tratterà i temi della fiscalità legata alla professione dell’artista. Il pomeriggio i giovani musicisti potranno approfittare dei consigli di professionisti del settore con il consueto Campus Mei.

Acquista su Amazon.it

Alla Galleria della Molinella sono previsti Incontri e conferenze nazionali e internazionali, con WIN l’associazione mondiale dei discografici indipendenti, a cura di AudioCoop e Jamendo tra i più importanti portali di diffusione musicale d’Europa, per un rapporto di collaborazione con il Mei.
Musica & Dischi terrà un incontro sul tema delle classifiche, che sicuramente attirera’ grande curiosita’, con Mario De Luigi e il cantautore Zibba e i responsabili delle classifiche radiofoniche.
Andrà in scena poi il PIVI, premio dedicato alle produzioni video coordinato da Fabrizio Galassi, che realizzerà anche un video-workshop con Lorenzo Vignolo aperto a tutti per realizzare in due giorni al MEI il nuovo clip di Cortex e che insieme a Giuseppe Piccoli (Sei tutto l’indie di cui ho bisogno) condurrà un dibattito sui temi dell’hype e dei nuovi influencer, con ospiti legati alle più rilevanti realtà social dell’ultimo anno.
La sera  si svolgerà la consueta festa della musica con i grandi ospiti :Brunori sas, artista indipendente dell’anno, al Teatro Masini, gli Skiantos con Espana Circo Este e Omar Pedrini, i Modena City Ramblers, la Banda Rulli Frulli coi Perturbazione, Canova, Gio Evan e altri nomi in Piazza del Popolo e centinaia di artisti e di band che si esibiranno in tantissimi palchi per tutta la citta’ (Corona, Enoteca Astorre. Prometeo, Novecento, Frankie, Clan Destino, Rione Verde, ecc…) per concludere la programmazione nella Notte Bianca del MEI, con le feste notturne al Rione Rosso, Mordillo e Spider, e molti altri punti coinvolti in citta (oltre 100 adesioni).

 

Sul palco di Piazza del Popolo si celebrano i 40 anni degli Skiantos e si festeggia l’avvio dell’iter per la Legge Regionale sulla Musica con i Modena City Ramblers, gli Espana Circo Este, Omar Pedrini, Il Muro del Canto, la Banda Rulli Frullik con Tommaso Ceraqsuolo dei Perturbazione e tanti altri ospiti, mentre al Teatro Masini si terra’ la prima edizione del Premio dei Premi con la sfida tra i dieci giovani vincitori di grandi festival dedicati a grandi cantautori scomparsi con l’ospite Brunori Sas e tra gli altri Braschi, Leo Folgori e Secco. Negli altri palchi rock avremo i Canova insieme alle band della Rete dei Festival in Piazza delle Erbe al Corona Bar, al PalaLaderchi ci sara’ il metal con i Waiting for Titor e tanti altri, al Circolo Prometeo arriva il progetto discografico di Mi Sento Indie con Daniele Isola e tanti altri artisti mentre a Piazzale Pancrazi arriva l’It-Folk con Enrico Capuano e altri ospiti, mentre Zibba sar’ il testimonial del live de L’Altoparlante che festeggia i suoi 15 anni con un concerto al Frankie di fronte al Mic di Faenza con tante band emergenti. Fino a notte fonda si suonera’ al Rione Rosso, allo Spider, al Mordillo, al Mens Sana e in tantissimi altri spazi della citta’ per ascoltare tutte le declinazioni della nuova musica emergente.

Grande chiusura al Teatro Masini con il reading letterario di Gio Evan attesissimo da tutti i fan con il suo ultimo spettacolo, mentre al pomeriggio presentera’ il suo nuovo libro.

 

Domenica 1° ottobre, dalle ore 15, in Piazza del Popolo a Faenza, grande concerto di chiusura del Mei 2017 per la Pace, l’Uguaglianza, i Diritti e la Solidarietà.

Aprirà il concerto per Papa Francesco il grande ospite Diodato, che ha recentemente pubblicato per Carosello Records il suo nuovo album di inediti “Cosa siamo diventati” che ha partecipato all’ultima edizione di Voci per la Libertà, il festival nazionale di musica per i diritti umani per Amnesty International.

in visita in Romagna Alexian Santino Spinelli Group e l’Orchestra Europea per la Pace, con artisti rom e sinti, diretta dal Maestro Antonio Cericola e gli artisti Coro del Niger e Coro dei Rifugiati del Territorio Romagnolo.

Insieme a loro si esibiranno artisti emergenti vincitori dei contest di Voci per la Libertà, realizzati insieme al Mei, con brani sul tema dei diritti umani e, promosso dall’associazione Farsi Prossimo, il Coro Gospel Nigeria e il gruppo Jack Manzoni Guitar Band & Coro Rifugiati che portano sul palco la tematica dei migranti

Tra i temi della giornata anche lo Ius Soli, una legge attesa da tempo nel nostro paese. Aprirà la giornata Tuto Marcondes, artista italo-brasiliano, con la sua “Cittadino del Mondo”, tema della giornata.

Tra gli artisti emergenti ci saranno i vincitori dell’ultima edizione di Voci per la Libertà Carlo Valente, Elisa Erin Bonono e gli Amarcord.

Presenta il concerto live Michele Dotti, ideatore di iniziative ed eventi e performance legati ai temi interculturali, alla fraternità e alla pace.

Tra i testimonial che interverranno rappresentanti di Amnesty International, Associazione Farsi Prossimo e molte altre associazioni di impegno civile e sociale.

Ospiti della giornata gli Opus Avantra con il rapper Claver Gold premiati da Classic Rock per la presentazione di un brano inedito.

Sul palco rock del Corona si terra’ la sfida finale del Mei Superstage  con la sfida di tre giovani artisti e band che si assegneranno la palama della vittoria per un tour e una produzione con il live di Giorgio Ciccarelli mentre al palco folk si esibiranno Roberto Durkovich e i Fantasisti del Metro’.

Da segnalare, oltre al PIMI e al PIVI, i due prestigiosi premi, della scena indipendente italiana, quest’annmo vinti tutti e due per la prima volta da Brunori sas,  il Premio Freak Antoni assegnato alla giovane band che piu’ si avvicina al grande artista bolognese, il Super Mei Circus assegnato ai Canova, il Premio dei Premi che uscira’ da una sfida tra dieci giovani cantautori,il Premio Live Nazionale e Internazionale in ambito folk assegnato agli EWspana Circo Este, il Premio Rete dei Festival all’Indiegeno Festival e il Premio AudioCoop ai 40 anni dell’etichetta discografica indipendente Materiali Sonori che presentera’ un progetto dedicato a Majakovskji.

Grande occasione di incontro e confronto è la seconda edizione del Forum del Giornalismo Musicale (Saloni del Consiglio Comunale, sabato 30 settembre e domenica primo ottobre),che lo scorso anno contò più di 100 iscritti. Il Forum sarà coordinato da Enrico Deregibus, con i relatori: Federico Guglielmi (“Giornalismo musicale: professione, o solo hobby?”), Luca Dondoni (“La comunicazione nella musica”), Fabrizio Galassi (“Il giornalismo musicale nell’era digitale”), Vincenzo Martorella (“Elementi di scrittura critica”). Gli aderenti potranno partecipare come giurati all’assegnazione della Targa Mei Musicletter, premio dedicato al giornalismo musicale, giunto alla quinta edizione, a cura di Luca D’Ambrosio. Tra gli incontri di domenica 1° ottobre da segnalare l’incontro della Rete dei Festival che avra’ tra i suoi partecipanti il circuito Italian Quality Festival e gli organizzatori del Primo Maggio
Ampio spazio sarà dedicato alla musica emergente dal vivo, selezionata dalla Rete dei Festival, con 2 palchi completamente dedicati ai migliori giovani artisti del Paese e 4 punti Buskers dislocati nel centro della città in collaborazione con Spaghetti Unplugged.

Tra le mostre previste, oltre alle opere a tema musicale del ritrattista Andrea Spinelli in live painting,  ci saranno le foto live di Danilo D’Auria e quelle del fotografo faentino Raffaele Tassinari con le sue 100 foto di grandi artisti presenti al Mei negli ultimi 20 anni e infine Giampiero Corelli conn il suo libro sulle Innamorate e le Tremende, e una piccola selezione di una  mostra fotografica sulle cantanti rock e di liscio della Romagna.

Per quanto riguarda i corsi la scuola di musica Cosascuola di Forlì insieme a Cafim con altri distributori e produttori musicali saranno presenti per dare indicazioni sulla formazione musicale per musicisti e live direttamente sul palco, mentre Adastra al mattino formera’ i giovani artisti nell’ambito della conoscenza del mercato musicale e della sua promozione il 30 settembre e il 1° ottobre

Novità di quest’anno (il 30 settembre) è la prima edizione di #IndependentPoetry. Il Mei accosta il mondo della poesia a quello della Musica portando a Faenza oltre trenta poeti provenienti da tutta Italia (e non solo). La manifestazione, nata in collaborazione con il MEI, prevede le performance poetiche di autori emergenti che si esibiranno lungo le strade del centro storico e terminerà alle 19,30 con la lettura a sorpresa di alcune delle più importanti voci poetiche del panorama contemporaneo tra cui Gio Evan. Le letture saranno accompagnate da musica dal vivo. L’organizzazione è a cura di Monica Guerra, Flavio Almerighi e Aurea Bettini.  con la partecipazione di poeti tra gli altri come Davide Rondoni, Valerio Grutt, Isabella Leardini e altri per un incontro tra musica e poesia.

Il MEI viene realizzato con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Faenza, con il contributo dell’Unione di Rete e della Camera di Commercio e il patrocinio dell’Unione Romagna Faentina . All’interno del Mei sono presenti progetti sostenuti da Mibact e Siae con il progetto Sillumina e progetti sostenuti da Nuovo Imaie.

 

Il programma completo in allegato e su www.meiweb.it