Seeding Fear, continua lo scontro tra Neil Young e la Monsanto

NoteVerticali.it_Neil Young_Seeding Fears

NoteVerticali.it_Neil Young_Seeding FearsAbbiamo già avuto modo di parlarvi in questo articolo della battaglia che Neil Young sta conducendo alla luce del sole contro la Monsanto, la multinazionale degli OMG più conosciuta, nel male più che nel bene, in tutto il mondo.

Questo nuovo round dello scontro tra Young e la Monsanto ha per protagonista un mini documentario, della durata di dieci minuti e di cui il musicista è stato produttore esecutivo, che racconta brevemente ma intensamente la storia di Michael White, un uomo che ha fatto dell’autentico amore per la terra il fulcro della propria esistenza, difendendo, a costo di vedere la famiglia distrutta e la propria salute compromessa, la fattoria che prima era stata di suo padre e ancor prima del nonno. Come mostrato nel filmato, il trattamento riservato ai “ribelli”, coloro che rifiutano di sottomettersi al controllo imposto dalla Monsanto, consta di atti persecutori veri e propri oltre che di battaglie condotte in tribunale allo scopo di dissanguare letteralmente le finanze di umili agricoltori privi di fondi illimitati.
Potete vedere il documentario, purtroppo privo di sottotitoli ma significativo nella sua delicatezza e umiltà, qui sotto

SEEDING FEAR

Ricordiamo che a fine giugno è stato pubblicato l’ultimo album di Young, intitolato proprio “The Monsanto Years”, e sebbene la scelta di rendere noto questo mini documentario possa suonare anche come un’abile strategia di marketing, non possiamo che esser certi della genuinità dell’impegno politico e ambientalista di questo grande artista.