Tori Amos: a settembre arriva Native Invader, disco e tour mondiale

Una laurea in Scienze della Comunicazione e tanti sogni nel cassetto. Curiosa, amante dei viaggi, da sempre appassionata di musica e libri, ma soprattutto grande divoratrice di film e serie tv, preziosi compagni delle sue lunghe notti insonni.

A distanza di tre anni dal suo ultimo lavoro, Tori Amos ha annunciato il titolo del suo nuovo e attesissimo album, Native Invader, che sarà pubblicato su etichetta Decca Records il prossimo 8 settembre.
Solo un paio di giorni prima, il 6 settembre, partirà dall’Irlanda anche il suo tour mondiale, che tra settembre e ottobre farà tappa in diverse città europee, tra cui l’unica data italiana a Milano il 17 settembre al Teatro degli Arcimboldi. L’artista arriverà in Gran Bretagna il 4 ottobre alla Royal Albert Hall di Londra, per poi esibirsi il 5 a Manchester (Palace Theathre) e il 6 a Glasgow (O2 Academy). Dopo la tranche europea il tour proseguirà in Canada e Stati Uniti a novembre e dicembre.

NoteVerticali.it_Tori_Amos_Native_Invader
Photo art credit: Paulina Otylie Surys

 

Queste le parole con cui Tori Amos ha presentato l’album attraverso una serie di post sui social:

L’ispirazione per le canzoni contenute in Native Invader mi è giunta direttamente dalle Muse per aiutarmi a fronteggiare in maniera diversa le sfide e i conflitti della vita. L’album parla della Natura e di come, grazie alla sua capacità di ripresa, guarisce da sola. C’è inoltre un quesito comune a tutti i testi dell’album: qual è la nostra parte nella distruzione della nostra terra, di noi stessi e delle nostre relazioni? Ho voluto esaminare dal punto di vita sonoro e visivo come la Natura crea con forze opposte, rigenerandosi in continuazione attraverso i suoi cicli di morte e rinascita. Di volta in volta è in grado di rinnovarsi, possiamo farlo anche noi per noi stessi?”.

Tori Amos è considerata una delle artiste più innovative del panorama musicale internazionale: è stata la prima cantante di una major ad offrire un singolo per il download. Nominata per diversi Grammy Awards, ha trasformato le sue canzoni in romanzi a fumetti e ha prodotto video rivoluzionari nel corso della sua carriera. A fine 2016 ha pubblicato il brano ‘Flicker’ per l’acclamatissimo documentario di Netflix Audrie and Daisy, che affronta il problema degli stupri nelle scuole superiori. Nota per i suoi impegni umanitari, Tori ha co-fondato RAINN (Rape, Abuse, and Incest National Network), che è la più grande organizzazione anti-stupro negli Stati Uniti.

I biglietti per la data italiana sono già in vendita: per info, www.livenation.it