Woman in Gold: commovente storia al femminile

20150917-135112-49872998.jpg

Da BBC Films, tra i produttori del gioiellino firmato Stephen Frears, “Philomena” (2013), arriva nelle sale un altrettanto commovente storia vera di donna, “Woman in gold” di Simon Curtis (“Marilyn”). A vestire i panni della protagonista Helen Mirren, premio Oscar per “The Queen” dello stesso Frears. Come in “Philomena”, la vicenda è quella di un viaggio a ritroso volto alla ricerca di un legame con il passato. Non manca la coppia improbabile, qui rappresentata da un anziana signora ebrea e un giovane e promettente avvocato, che si aiuteranno a vicenda in un percorso di crescita equivalente. Tra gli altri interpreti: Ryan Reynolds, Daniel Brühl, Katie Holmes e Tatiana Maslany. Il film arriva al cinema il 15 ottobre con Eagle Pictures. Di seguito la sinossi e il trailer:

A sessant’anni dal suo viaggio da Vienna agli Stati Uniti, l’anziana signora ebrea Maria Altmann (Helen Mirren) si appresta a intraprendere un viaggio inverso per riappropriarsi secondo la legge, di ciò che i nazisti non esitarono a sottrarre con forza alla sua famiglia. Tra i beni un dipinto, raffigurante la sua amata zia Adele, nonché il famoso Ritratto di Adele Bloch-Bauer ad opera di Gustave Klimpt. Con l’aiuto del giovane avvocato Randy Schoenberg (Ryan Reynolds) Maria si batte per riavere ciò che gli spetta di diritto, nel farlo si trova a faccia a faccia con i fantasmi di un passato difficile da dimenticare.