Acrid, il mondo nascosto delle donne in Iran

NoteVerticali.it_Acrid_1

NoteVerticali.it_AcridIMAGICA porta sugli schermi italiani da giugno un nuovo film, Acrid. La casa di distribuzione indipendente che già lo scorso anno aveva distribuito in Italia il film lituano The Gambler, diretto da Ignas Jonynas, prosegue nella sua missione di proporre nelle sale film di qualità in versione originale e sottotitolata.

Acrid è l’opera prima di un giovane e talentuoso regista iraniano, Kiarash Asadizadeh, che mostra attraverso la sua cinepresa uno scorcio del mondo nascosto e velato delle donne iraniane, fotografate nella vita di tutti i giorni. Ambientato nel cuore e nei dintorni di Teheran, il film è un racconto circolare che vede protagoniste quattro donne i cui destini finiscono per intrecciarsi indissolubilmente.

Soheila è un medico che lavora in una clinica per bambini malati, e ogni sera torna a casa da un marito (Jalal, ginecologo) che ha il vizio del tradimento e l’abitudine di assumere nel suo studio solo segretarie nubili. L’ultima impiegata che assume è Azar che, pur di ottenere quel lavoro, nasconde al medico di essere sposata con Koshro. Tra Azar e Koshro a casa è un inferno, e non si attende altro che il divorzio, ma mentre Azar continua a lamentarsi e a provare astio, Koshro frequenta Simin, donna già divorziata che insegna chimica all’università e ha una sorella in crisi con il marito. Tra gli studenti di Simin infine, c’è Masha, una esile e giovane studentessa fin troppo presa dalla relazione con il suo ragazzo e che si scopre poi essere la figlia di Soheila e Jalal, in una sorta di chiusura del cerchio della storia.

NoteVerticali.it_Acrid_2Presentato in concorso all’ottava edizione del Festival di Roma, dove ha vinto il Premio per i Migliori attori e attrici emergenti, Acrid pone l’attenzione sui cambiamenti della società iraniana, e si concentra sull’amarezza e sulla sofferenza del tradimento. Non a caso Acrid significa acre, aspro.

Ancora una volta, IMAGICA valorizza il cinema di qualità indipendente, nazionale e internazionale, dando la possibilità a un pubblico di appassionati di vedere film in versione originale sottotitolata, in sale alternative al di fuori dei classici circuiti di distribuzione che spesso e volentieri penalizzano i piccoli film per logiche di mercato.

NoteVerticali.it_Acrid_1

ACRID (Iran, 2013, Drammatico). Regia di Kiarash Asadizadeh. Con Saber Abar, Roya Javidnia, Ehsan Amani, Pantea Panahiha, Shabnam Moghaddami, Mahsa Alafar, Mohammadreza Ghaffari, Nawal Sharifi, Sadaf Ahmadi, Mahana, Noormohammadi. Distribuzione: IMAGICA. Uscita in Italia: 11 Giugno 2015.