Al cinema con Quaglia: i film in uscita il 5 dicembre 2019

NoteVerticali.it_Il_paradiso_probabilmente

Nasce a Milano qualche anno fa. Usa la scrittura come antidoto alla sua misantropia, con risultati alterni. Ama l’onestà intellettuale sopra ogni altra cosa, anche se non sempre riesce a praticarla.

Settimana poco interessante per il cinema quella del 5 dicembre 2019, titoli in uscita abbastanza anonimi e senza o pochissimo appeal ad eccezione di una commedia di Elia Suleiman dal titolo Il paradiso probabilmente. Il regista palestinese si è imposto alla critica e al pubblico internazionale con il film Intervento divino del 2002: da allora le sue pochissime pellicole sono un sinonimo di spessore e divertimento. Famose sono le riflessioni sulla situazione mediorientale in chiave leggera e allo stesso tempo cariche di una profondità disarmante. In questo Il paradiso probabilmente, Suleiman riflette sul concetto di casa attraverso un personaggio che trova sempre qualcosa che gli ricordi la Palestina durante le sue soste nelle altre capitali del mondo.

Interessante allo stesso modo è L’inganno perfetto, il nuovo giallo drammatico interpretato dalla coppia composta da Helen Mirren e Ian McKellen. Un truffatore in pre-pensionamento prova a irretire una vecchia ereditiera: sarà un compito più difficile del previsto. Infine da segnalare è sicuramente il nuovo mistery dal titolo Cena con delitto. Un vecchio romanziere muore improvvisamente durante una festa nella sua magione facendo cadere i sospetti su tutti gli invitati. Ispirato ai romanzi della Christie, il film, con Daniel Craig nel ruolo di protagonista, veleggia tra il divertimento e la suspense garantendo allo spettatore entrambi.

Per finire, arriva nelle sale anche L’immortale, esordio alla regia di Marco D’Amore. Il film è ispirato alla figura di Ciro Di Marzio, un personaggio della serie Gomorra. Una sorta di viaggio alle origini del delinquente tanto duro quanto riflessivo e capace di sentimento che è stato uno dei protagonisti assoluti della serie.

Una settimana prima del Natale non eccessivamente carica di titoli, ma per chi se li fosse persi in sala ci sono ancora film da approfondire di estremo spessore quali L’ufficiale e la spia del maestro Roman Polanski e la commedia Un giorno di pioggia a New York del maestro Woody Allen: nomi simili ovattano, giustamente,  qualsiasi altro.