Alice: il suo viaggio attraverso lo specchio e l’addio alla moltezza

NoteVerticali.it_Alice_attraverso_lo_specchio_4_Johnny_Depp

Immaginazione, creatività e simpatia sono le tre parole chiave che delineano al meglio il suo carattere. Adora scrivere perché riesce a trasformarla in ciò che desidera, quando e come vuole. Può sentirsi libera in qualsiasi luogo, a qualsiasi ora della giornata pur rimanendo in una stanza.

Attesissimo sequel per la trasposizione cinematografica del capolavoro di Lewis Carroll. Nel cast ancora Mia Wasikowska e Johnny Depp

NoteVerticali.it_Alice_attraverso_lo_specchio_6Alice Kingsleigh (Mia Wasikowska) ha trascorso gli ultimi anni seguendo le impronte paterne e ha navigato per il mare aperto; da sempre a caccia di avventure e con la voglia di sfuggire alla routine quotidiana “noiosa e sempre monotona”.

Ed è così che ritorna, la nostra amata Alice, “QUELLA Alice”, che piomba nuovamente nel Sottomondo ma questa volta più adulta, matura e determinata. Dopo il prequel “Alice in Wonderland”, film del 2010, diretto da Tim Burton, la Disney ci propone un sequel di altrettanto prestigio, che lascia lo spettatore incantato tra i meandri dell’oscurità e la luce che, per tutta la durata del film, si presenta ad intermittenza e dona agli occhi dello spettatore un barlume di speranza; nonostante la malinconia prenda prepotentemente il sopravvento.
L’attrice che interpreta la protagonista è sicuramente più matura e di conseguenza questa accortezza si riflette molto anche nel personaggio di Alice, rivelando una donna forte, dalla personalità semplice e pura.

In questa nuova avventura, il rientro alla Londra vittoriana non le riserverà belle sorprese ma non fa in tempo ad occuparsi dei suoi problemi che uno specchio la chiama a sé. Questa volta non dovrà vedersela con il mostruoso Ciciarampa ma bensì con il Cappellaio Matto che, sembra aver perso quasi totalmente la sua moltezza.

NoteVerticali.it_Alice_attraverso_lo_specchio_5_Johnny_DeppPurtroppo il cappellaio (interpretato come sempre dal talentuoso Johnny Depp) è meno colorato e meno gioioso, si è perso perché purtroppo una vecchia ferita del passato si è riaperta in lui : non si sa che fine abbiano fatto i componenti della sua famiglia, gli Altocilindro. Lo spettatore fino alla fine del film resterà per questo con il fiato sospeso perché è molto difficile intuire se siano vivi oppure morti.

Ed è proprio così che incomincerà il viaggio alla conquista della cronosfera (un oggetto metallico dalla forma sferica, custodito nella stanza del Grand Clock che regola il trascorrere del tempo). A chi spetta quindi il compito di recuperarla? Come da copione, alla nostra coraggiosa Alice che è l’unica che potrà scoprire la verità.

Grazie agli effetti speciali e al gioco dei contrasti cromatici dei colori proiettati sullo schermo, il pubblico entra totalmente in empatia con i vari stati d’animo dei personaggi che presentano delle spiccate e duplici personalità. Questo aspetto lo ritroviamo facilmente nel personaggio del tempo interpretato da un magistrale Sacha Baron Cohen, dagli occhi fulgenti incute a colpo d’occhio un timore senza precedenti ma successivamente si scoprirà che questa figura, apparentemente austera, nasconde un lato beffardo che farà sorridere nei momenti più cupi del film.

NoteVerticali.it_Alice_attraverso_lo_specchio_3_Johnny_DeppTornando indietro nel tempo, Alice, incontrerà amici e nemici e scoprirà che dietro la perfidia si nasconde la sofferenza che, alcuni personaggi, non sono riusciti a scacciare con il sorriso ma soprattutto capirà che dal tempo non si può fuggire e che dal passato si può imparare.

ALICE ATTRAVERSO LO SPECCHIO – Il trailer

ALICE ATTRAVERSO LO SPECCHIO (Usa 2016, Fantasy, 113′). Regia di James Bobin. Con Mia Wasikowska, Johnny Depp, Helena Bonham Carter, Anne Hathaway, Michael Sheen, Sacha Baron Cohen, Richard Armitage, Alan Rickman, Rhys Ifans, Matt Lucas, Timothy Spall, Stephen Fry, Lindsay Duncan, Geraldine James, Andrew Scott, Ed Speleers. Walt Disney Studios Motion Pictures Italia.