Cinquanta sfumature di grigio al cinema: pacco o no?

Noteverticali.it_Cinquanta sfumature di grigio_1

Noteverticali.it_Cinquanta sfumature di grigio_1[Attenzione: l’articolo che segue contiene espliciti riferimenti alla trama del film…]

Il fenomeno del momento è senza dubbio la trasposizione cinematografica del libro “Cinquanta sfumature di grigio”. I romanzi della trilogia scritta da E.L James hanno avuto un successo globale senza precedenti, e infatti con oltre 100 milioni di copie vendute nel mondo, sono ben presto diventati dei best seller. Portare sullo schermo le vicende di Christian Grey e Anastasia Steele non deve essere stato facile per la regista Sam Taylor-Johnson. Da subito infatti, il film è stato investito dalle critiche più disparate, a partire dalla scelta dei protagonisti, fino ad arrivare alla presunta lite tra la regista e l’autrice stessa, la quale lamenta l’assenza di molte delle scene hot che hanno reso celebre il primo romanzo della trilogia. Il film racconta la storia d’amore tra la giovane studentessa di letteratura inglese Anastasia e il tenebroso miliardario Christian Grey. I due si incontrano casualmente quando Anastasia decide di intervistare Grey per conto della sua coinquilina Kate, momentaneamente ammalata. Da subito, l’ingenua ragazza prova una forte attrazione per quest’uomo misterioso e bellissimo, che a sua volta mostra un particolare interesse nei suoi confronti. Tuttavia Anastasia avverte che c’è qualcosa di inquietante ma affascinante in Grey, e non fa altro che pensare a lui fino a quando non lo incontra nuovamente nel negozio in cui lavora. Christian è indubbiamente attraente, un uomo ruvido che ride raramente, ma che osserva con attenzione tutto ciò che lo circonda. Nonostante la durezza del suo carattere, Christian sa già che non potrà più fare a meno di Anastasia e, risoluto nell’averla a tutti i costi, le propone un contratto di sottomissione. Anastasia dovrà essere in tutto e per tutto sua, e soprattutto dovrà diventare la sua schiava sessuale. Quando le mostra la stanza rossa dei giochi, la ragazza è incredula ma eccitata e incuriosita. Successivamente però Anastasia si trova costretta a rivelare a Grey di essere ancora vergine. La scena in cui si consuma il primo rapporto tra i due protagonisti è molto romantica e sensuale al tempo stesso, ed è un pregio. Tuttavia, anche dopo aver fatto l’amore con Christian, la ragazza non riesce a prendere una decisione, e non sa se sottoscrivere il contratto che Christian le ha proposto.

Noteverticali.it_Cinquanta sfumature di grigio_2Decisa a capire il perché dei gusti di Grey, Anastasia si fa raccontare qualcosa del suo passato e scopre che dai 15 ai 21 anni, Christian è stato sottomesso a una donna molto più grande di lui e amica della sua stessa madre, che la ragazza chiama ironicamente Mrs Robinson. Contrariata e gelosa, Anastasia si tormenta nel pensiero che Christian possa rincontrarla. Ma Grey mostra in realtà un interesse ben diverso nei confronti di Anastasia, lasciando intuire la possibilità di potersene innamorare. Quando la giovane però tenta di proporgli un rapporto normale, Christian la respinge affermando che questo non è ciò che lui può darle. Per capire pienamente cosa Christian prova nel sottomettere, Anastasia decide di assecondare le sue voglie. Quando però Grey la frusta, facendole male e umiliandola, la ragazza decide di lasciarlo e rifiuta di firmare il contratto di sottomissione. Il film dunque si conclude come il primo libro della trilogia, lasciando spazio all’idea di un sequel. A rischio di andare controcorrente, a nostro avviso il film è promosso a pieni voti. Al contrario di quanto affermano in molti, risulta godibile fin dall’inizio, e molto più del libro che è per la maggior parte stucchevole e talmente tanto dettagliato nelle descrizioni erotiche, da essere quasi fastidioso. Crediamo che il ‘vedo non vedo’ delle scene sessuali all’interno del film, sia molto più eccitante della banale e minuziosa descrizione di ogni rapporto sessuale fatta nel libro.

Noteverticali.it_Cinquanta sfumature di grigio_3Questo film visto senza aspettative chissà quanto alte, è ben fatto e soprattutto ci è sembrato idoneo come inizio di una trilogia in cui indubbiamente i personaggi vivranno una grande evoluzione. La lamentela maggiore è quella di una presunta assenza di scene erotiche. In realtà, a nostro parere, in questo modo il film è molto più scorrevole e c’è maggiore attenzione per la storia tra i due protagonisti più che per l’elemento sessuale. Il rischio era quello di far sì che il sesso diventasse l’unico motivo per andare al cinema, e secondo noi la regista è stata brava ad evitare che accadesse proprio questo. Inoltre, chi ha letto il libro non ha potuto fare a meno di notare la somiglianza tra gli attori e i personaggi del romanzo. Sia Dakota Johnson che Jamie Dornan sono a nostro avviso credibili nei loro ruoli e capaci di esprimere pienamente la sensualità e la passionalità presenti nel libro. L’ambientazione in una Seattle moderna e romantica è perfetta, e le riprese interne nel superattico di Grey riescono a rendere benissimo l’idea del lusso e della ricchezza del giovane. Il contrasto tra il benessere dell’uomo e la normalità di Anastasia, è rimarcato più volte anche dalle inquadrature e da elementi apparentemente secondari, come l’abbigliamento, senza per questo sminuire però la condizione economica della donna. Le riprese si alternano tra interni ed esterni, mostrando una sorta di contrasto tra l’oscurità e il mistero della casa di Grey ripresa solo una volta in pieno giorno, e per la maggior parte delle volte in una luce quasi chiaroscurale, e gli esterni rappresentati dalle riprese cittadine. Infine, un grande merito va alla splendida colonna sonora che vede grandi nomi tra i quali Ellie Goulding, Annie Lennox e Beyoncè le cui versioni remixate di Crazy in love e  Haunted sono state definite più sensuali dello stesso film. Dunque, un successo inarrestabile quello di  “Cinquanta sfumature di grigio“ che, oltre a sbancare al cinema, si prepara anche a scalare le classifiche musicali.

CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO (Usa, 2015, Erotico/Drammatico, 125′). Titolo originale: Fifty shades of Gray. Regia di Sam Taylor-Johnson. Con Jamie Dornan, Dakota Johnson, Luke Grimes, Victor Rasuk. Universal. Uscita in Italia: 12 Febbraio 2015.

CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO – Il trailer