Il fascino della fotografia di Peter Lindbergh in mostra a Torino

NoteVerticali.it_Estelle_Léfebure_Karen_Alexander_Rachel_Williams_Linda_Evangelista_Peter_Lindbergh_1988

Curiosa e appassionata di tutto ciò che arricchisce il cuore delle persone, mi immergo nell’arte, nella musica e nei libri. In ordine casuale amo il profumo del caffè, il rumore della pioggia, guardare film, leggere l’oroscopo…

 

Fino al 4 febbraio 2018 alla reggia di Venaria Reale di Torino sarà possibile visitare la mostra dal titolo “Peter Lindbergh – A Different Vision on Fashion Photography”, una retrospettiva su uno dei più famosi fotografi di moda contemporanei.

La mostra è ideata e realizzata dal museo Kunsthal di Rotterdam ed organizzata dal Consorzio delle Residenze Reali Sabaude.

Peter Lindbergh iniziò la sua celebre carriera all’inizio del 1980 quando iniziò a fotografare le modelle in un modo del tutto personale e nuovo per quegli anni, iniziò a sostituire la patina delle copertine degli anni ’80 con foto più naturali, aventi come soggetto modelle del tutto differenti rispetto a quelle degli anni precedenti.

I suoi scatti iniziarono ad esprimere l’anima e la vera bellezza delle modelle ed è grazie a Lindbergh che si affermò sempre di più l’era del post -anni ‘80.

Famose e celebri sono le foto in bianco e nero che immortalano donne del mondo del fashion come Naomi Campbell, Linda Evangelista, Cindy Crawford e Kate Moss, che divennero ben presto concepite come “top model” grazie all’obiettivo di Lindbergh.

Il percorso della mostra si snoda in diverse tappe aventi temi diversi tra loro, “Supermodels”, “Stilisti”, “Danza” o “Il grande schermo”, 220 foto che ripercorrono lo stile e il lavoro del fotografo tedesco.

La nuova concezione di fotografia di moda per Lindbergh è racchiusa all’interno di una sua dichiarazione “Se si toglie la moda e l’artificio, si può vedere la persona reale. La fotografia in bianco e nero è stata davvero importante per creare le top model; potevi davvero capire meglio chi erano veramente.

A colori, sarebbero sembrate solo pubblicità di cosmetici.”

Una mostra interessante che ripercorre la vita artistica di un fotografo che ha segnato un’epoca di svolta nel mondo della fotografia di moda e che ancora oggi fa parlare di sé.

Reggia di Venaria, Sale delle Arti, Torino, fino al 4 febbraio 2018