Le Mans 66: al cinema la grande sfida tra Ford e Ferrari

NoteVerticali.it_LeMans66

Nasce a Milano qualche anno fa. Usa la scrittura come antidoto alla sua misantropia, con risultati alterni. Ama l’onestà intellettuale sopra ogni altra cosa, anche se non sempre riesce a praticarla.

Il cinema classico è una forma d’intrattenimento necessaria.  Arriva in sala il nuovo film di James Mangold dal titolo “Le Mans 66: la grande sfida”, con protagonisti Christian Bale e Matt Damon. Nel 1966 Ford mette insieme un team d’ingegneri esperti per provare a dare battaglia allo strapotere della squadra Ferrari. Al capo Caroll Shelby (Damon) è affiancato dalla proprietà Ken Milles (Bale) un pilota dal carattere tanto talentuoso quanto ribelle. I due uomini lavoreranno all’affermazione della Ford Gt40.

Mangold mette insieme un film di uomini che lottano per un obiettivo comune, aiutati solo dalla loro voglia di vincere e dal senso di appartenenza a una casa automobilista che rappresenta il fiore all’occhiello dell’industria Usa nel campo delle quattro ruote. La scelta di concentrarsi soprattutto sui personaggi e sulle loro peculiarità rende il film carico di testosterone e conflitto. Padrone della vicenda è la lotta amichevole tra due uomini e un’azienda che, volendo primeggiare a tutti i costi, non si preoccupa del lato umano rendendo le vite dei propri dipendenti “eccellenti” un sacrificio continuo. L’individualismo, in puro stile western, è controllato e plasmato dal sistema che riesce a utilizzarlo per i propri scopi.

Mangold è narratore esperto oltre che cineasta eclettico, in Le Mans utilizza un registro linguistico che s’ispira all’azione più classica e carica di suspense. Una sceneggiatura di ottima fattura, per il genere, e due attori capaci di dosare la quiete alla tempesta come Bale e Damon garantisce un risultato di tutto rispetto e adatto anche ai non amanti dei motori. Seguire i personaggi nelle loro vite private non limitandosi a raccontare le gare è il vero valore aggiunto del film perché permette di far conoscere allo spettatore quello che c’è dietro a una vittoria sportiva, delle persone con tutti i loro dubbi. In Le Mans 66 la sfida non è con il cavallino rampante ma con un sistema che sacrifica le persone a vantaggio del successo incondizionato. Raramente capita di vedere una pagina di storia umanizzata, in questo il film riesce perfettamente e lo fa senza sacrificare ritmo e azione.

LE MANS ’66 – LA GRANDE SFIDA (Usa 2019, Azione, 152′). Regia di James Mangold. Con Matt Damon, Christian Bale, Jon Bernthal, Caitriona Balfe, Tracy Letts, Josh Lucas. 20th Century Fox. In sala dal 14 novembre 2019.