Mustang: tradizione e modernità nella Turchia di oggi

NoteVerticali.it_Mustang_2

Vincitore del premio LUX 2015, candidato come miglior film agli European Film Awards, dove ha vinto il premio come Miglior scoperta europea dell’anno, e al Golden Globe come miglior film in lingua straniera

NoteVerticali.it_Mustang_1Siamo in un remoto paese della Turchia rurale. Cinque sorelle orfane, cresciute dalla nonna e uno zio, al ritorno da scuola si intrattengono sulla spiaggia con un gruppo di loro compagni maschi. Fanno il bagno, si spruzzano l’acqua a vicenda. Un gioco innocente. Ma nel villaggio è subito scandalo. Le ragazze vengono segregate in casa, senza possibilità di uscire, e la famiglia si affretta a organizzare matrimoni combinati per tutte loro. Le sorelle, spinte da un forte desiderio di libertà, cercheranno di opporsi alla famiglia con tutti i mezzi a loro disposizione…

NoteVerticali.it_Mustang_2Deniz Gamze Ergüven ha fatto centro con il suo esordio alla regia di un lungometraggio, raccogliendo premi e nomination ovunque e presentandosi ora agli Oscar come una delle favorite. La regista, nata in Turchia, ha studiato cinema in Francia, acquisendo la doppia nazionalità. Ecco spiegato perché il film, in apparenza turco in tutto e per tutto (cast, ambientazioni) è stato scelto dalla Francia come proprio candidato agli Oscar per il Miglior film straniero. Un film che a prima vista sembra assomigliare molto a una versione europea de “Le vergini suicide” e tocca temi di forte attualità come la condizione femminile e lo scontro tra tradizione e modernità nella Turchia attuale. Sulla carta, una nomination già assicurata…

MUSTANG – Il trailer del film

MUSTANG (Francia, Turchia, Germania 2015, Drammatico, 117′). Regia di Deniz Gamze Ergüven. Con Erol Afsin, Günes Sensoy, Doga Zeynep Doguslu, Elit Iscan.