Omicidio all’italiana: la comicità surreale di Maccio Capatonda per una critica al mezzo tv. Nel cast anche Sabrina Ferilli

NoteVerticali.it_Omicidio_all_italiana_Maccio Capatonda_Herbert_Ballerina_1

Nasce a Milano qualche anno fa. Usa la scrittura come antidoto alla sua misantropia, con risultati alterni. Ama l’onestà intellettuale sopra ogni altra cosa, anche se non sempre riesce a praticarla.

Ad Acitrullo, un piccolo paesino dell’entroterra abruzzese, un omicidio efferato sconvolge la quiete della popolazione. Il sindaco e il suo vice, intuendo subito l’occasione, allertano la trasmissione “Chi l’acciso” che, accorrendo per dare risalto al caso, trasformerà l’anonima borgata in una nuova Cogne. Grazie a questa mossa del primo cittadino e alle telecamere delle trasmissioni, gli abitanti vivranno un rinascimento in piena regola.

“Omicidio all’italiana’ è una carrellata di personaggi rocamboleschi, per una critica ai media nazionali tutta da ridere. Diverte con una comicità situazionista e un umorismo che pesca nella tradizione italiana adattandola ai tempi di Facebook. Maccio Capatonda riesce a portare sullo schermo una storia senza alcuna pretesa che accompagna lo spettatore per l’ora e mezzo di proiezione, facendo sorridere in più di un’occasione. Ottimi anche i ruoli dei comprimari come Antonella Bruzzone (una divertentissima Sabrina Ferilli) o il commissario di polizia (Gigio Morra) dedito a quel lassismo cialtrone cui gli italiani sono abituati. Estremizzando caratteristiche endemiche la sceneggiatura prova a far riflettere sul potere ipnotico della televisione avendo il gran pregio di non scadere in una demonizzazione che sarebbe ovvia.

NoteVerticali.it_Omicidio_all_italiana_Maccio Capatonda_Sabrina_Ferilli

Il film alterna momenti di comicità quasi surreale a segmenti più elaborati. In alcune parti arriva a ricordare vere e proprie comiche, in altre regala alla risata un taglio sociale (come in quella, dove il caso di Acitrullo viene utilizzato anche come slogan politico). Maccio ci ricorda come le tragedie siano diventate sempre più vive, confezionando servizi ad hoc degni della miglior serie tv. E’ il confine tra la verità e la finzione a perdersi di vista quando la linea di pensiero è dettata da luoghi comuni e ipotesi, un gioco che il film usa in maniera sapiente facendo delle iperboli il suo valore aggiunto.

Acitrullo è solo parto della fantasia di un comico, ma le gite organizzate ad Avetrana, le foto con il relitto della Concordia e affini non lo sono di certo. Forse era il caso di riderne un po’, ma da sempre il pensiero dietro una risata è molto più difficile da digerire.

OMICIDIO ALL’ITALIANA – Il trailer

 

 

OMICIDIO ALL’ITALIANA (Italia 2017, Comico). Regia di Maccio Capatonda, con Maccio Capatonda, Sabrina Ferilli, Herbert Ballerina, Ivo Avido, Gigio Morra, Nino Frassica, Ninni Bruschetta, Roberta Mattei, Fabrizio Biggio, Antonia Truppo. Una produzione Lotus Production con Medusa Film. In sala dal 2 Marzo 2017.