Slam – Tutto per una ragazza: dal romanzo di Nick Hornby al grande schermo

NoteVerticali.it_Slam_tutto_per_una_ragazza

Siciliana DOC, laureata in Comunicazione, non riesce a staccarsi da Roma nonostante tutte le contraddizioni e i problemi. Ama l'arte in tutte le forme espressive e adora leggere. E' alla ricerca di un po' di equilibrio

“Da tempo avevo voglia di affrontare un soggetto che forse rappresenta per ogni narratore un momento prima o poi ineludibile: l’adolescenza. In questo senso, il romanzo di Nick Hornby mi è sembrato una straordinaria occasione. Un’eccezionale opportunità”  (Andrea Molaioli).

Il regista Andrea Molaioli, noto per aver diretto il film La ragazza del lago (grazie al quale vinse, tra gli altri, il David di Donatello per la migliore regia nel 2009) porta sul grande schermo Slam – Tutto per una ragazza, tratto dal best seller dello scrittore Nick Hornby già autore di successi quali Febbre a 90°, Alta Fedeltà, Non buttiamoci giù.

Il film racconta la storia di Samuele, interpretato dal giovane Ludovico Tersigni, un sedicenne con una grande passione per lo skateboard e per Tony Hawk, uno degli skater più famosi e influenti di tutti i tempi. Un vero e proprio idolo per Sam che leggendone la biografia ne prende spunto e addirittura immagina di parlare con lui.

“Io parlo con Tony Hawk e Tony Hawk risponde. Alcuni di voi … non avranno mai sentito parlare di Tony Hawk. Vabbè, adesso vi spiego chi è, anche se prima vorrei dire che dovreste già saperlo. Non conoscere Tony Hawk è come non conoscere Robbie Williams, o anche Tony Blair. Anzi, se ci pensate bene è peggio. Perché di politici ce ne sono un mucchio, e anche di cantanti, ci sono centinaia di programmi alla tele. (…) Ma di skater ce n’è uno solo, in realtà, e si chiama Tony Hawk. Be’, certo, non ce n’è uno solo. Ma lui è decisamente il Grande”.

Sam, finito il liceo, pensa di andare all’università, di viaggiare, magari in California, patria del suo idolo e dello skateboarding, sogna di realizzare il suo primo trick, ovvero un’evoluzione acrobatica con lo skate. La sua vita cambia quando una sera, accompagnando la madre Antonella (Jasmine Trinca) a una festa a casa di amici, conosce Alice (Barbara Ramella), la ragazza dei suoi sogni. Da questo momento in poi nulla sarà più come prima, Alice rimane incinta e i due ragazzi dovranno mettere in discussione tutte le loro priorità, i progetti, la loro vita. Dovranno gestire un imprevisto e affrontare una scelta difficile e particolarmente delicata, specialmente per due sedicenni.

Slam (il termine indica una caduta rovinosa dopo l’esecuzione di un trick) è un film che vuole raccontare, con semplicità e leggerezza, tutta la complessità dell’adolescenza, mettere a nudo la caoticità e la fragilità di un periodo della vita fatto di sogni, speranze, aspettative, possibilità, opportunità da cogliere, imprevisti da gestire. Il regista racconta la storia di due ragazzi “normali”, che non provengono, cioè, da situazioni eccessivamente disagiate e problematiche, ne mostra la capacità di prendere decisioni e assumersi responsabilità autonomamente, cercando di affrancarsi dagli adulti e dimostrando di poter essere diversi da loro e per certi aspetti anche migliori. In questo senso la scelta che i giovani protagonisti fanno, diventa la più coraggiosa espressione di libertà. Così spiega Andrea Molaioli:

E’ da un po’ che volevo girare un film sugli adolescenti, quando ho letto il libro di Hornby mi si è aperto un mondo: mi dava la possibilità di raccontare una generazione senza retorica e con leggerezza, in cui gli adulti sono sullo stesso piano dei ragazzi e dove le situazioni vengono affrontate da entrambe le parti con dignità . Ho provato a smarcarmi dallo sguardo su una generazione di nullafacenti o iper-dinamici, cercando di costruire una dimensione normale e dignitosa dove sì, c’è la preoccupazione per il futuro, ma anche il tentativo di riprendere in mano il proprio presente. Il tutto all’interno di una commedia che non la butta in burla, ma che, come la vita, rende certe situazioni drammatiche anche divertenti, soprattutto per chi le osserva”.

Nel cast anche Luca Marinelli (“La solitudine dei numeri primi”, “Lo chiamavano Jeeg Robot”, “Non essere cattivo”) interpreta Valerio, il padre immaturo di Samuele, Fiorenza Tessari e Pietro Ragusa, i genitori borghesi e un po’ pedanti di Alice, Gianluca Broccatelli è Lepre, amico di Samuele e Fausto Maria Sciarappa è Marco, compagno della madre di Sam.

 

 

Slam- Tutto per una ragazza. Regia di Andrea Molaioli. Con Ludovico Tersigni, Barbara Lamella,Jasmine Trinca, Luca Marinelli, Fiorenza Tessari, Pietro Ragusa, Gianluca Brocatelli, Fausto Maria Sciarappa.  Con la voce di Tony Hawk. Universal Pictures International Italia. Nelle sale dal 23 Marzo 2017.

 

Slam – Tutto Per Una Ragazza- Il Tralier