Tutte lo vogliono, la commedia sull’anorgasmia che intenerisce i cuori

Enrico Brignano e Vanessa Incontrada: sorrisi e divertimento

Abbiamo visto in anteprima il nuovo film di Alessio Maria Federici con Enrico Brignano e Vanessa Incontrada. E abbiamo partecipato alla conferenza stampa con il regista e i protagonisti

NoteVerticali.it_Tutte lo vogliono_Vanessa Incontrada_Enrico Brignano_3Chiara (Vanessa Incontrada) è una giovane donna di successo, un’artista del catering, una creatrice di eventi. La presenza di una madre rigida e benpensante (Gianna Paola Scaffidi) dal facile sorriso ipocrita, e la tensione che grava sulla sua esistenza non fanno altro che complicare quello che è un suo problema, l’anorgasmia: Chiara non riesce a raggiungere il piacere fisico, né da sola né quando rincontra una sua vecchia fiamma, il giovane e affascinante Raffaello (Giulio Berruti). Come risolvere il problema? Fra solitudine e terapie di gruppo, Chiara troverà una possibile soluzione nel consiglio della sua amica Francesca: un GPS (Generoso Partner Sessuale), un uomo che, per passione, porta le donne al piacere.

Orazio (Enrico Brignano) è uno shampista di animali che sogna di incontrare la donna della sua vita. E’ ancora legato all’idea di un amore ideale e romantico e, per questo, viene deriso dai suoi amici e colleghi. L’incontro fra Chiara e Orazio nascerà per caso, da un malinteso: il GPS contattato da Chiara avrà un incidente e Orazio capiterà per caso nell’appartamento della donna. I ruoli si confondono: Chiara si convince che Orazio è il vero GPS e lui, dopo un inizio ricco di malintesi, capirà come stanno le cose e accetterà di rivestire quel ruolo, pur ingannandola. La ragione? L’amore che Orazio, fin da subito, proverà nei confronti di Chiara, una donna timida, dolce, che lui aiuterà a tirar fuori il suo lato più nascosto, quello più intimo, dolce, infantile: la felicità. Divisa tra le costrizioni sociali e le volontà della madre, che la vorrebbero al fianco di Raffaello, e l’affetto puro per Orazio, Chiara finirà per scegliere il secondo. Sarà proprio con Orazio che riscoprirà il piacere fisico, l’orgasmo femminile di cui tanto si parla nel film, quel qualcosa che tutte vogliono e che, in un rapporto di coppia, non bisogna mai dare per scontato.

Il film è una commedia degli equivoci, divertente e ironica fin dal principio. Al tempo stesso, con grande maestria delle tre autrici del soggetto (Alessandra Di Pietro, Valentina Gaddi, Maria Teresa Venditti) e della sceneggiatura, il film riesce a non risultare mai volgare; un’impresa per nulla facile, visto il tema di cui si parla. A tal proposito il regista esalta la bravura degli autori e del protagonista Brignano:

 

La storia viene raccontata da un punto di vista maschile, quello di Orazio, in viaggio con il suo scimpanzé e ben disposto a narrare le sue vicende agli spettatori. Un rapporto, quello con gli animali, che viene ben rappresentato nel film; la professione di Orazio che vedrà poi coinvolta anche Chiara porta la pellicola a sfociare in alcune scene particolarmente dolci, come quella in cui Orazio riprende la sua amata mentre ammira gli animali nel parco. Un punto di vista, quello maschile, che potrebbe in apparenza snaturare l’idea di fondo del film: una problematica femminile. Tuttavia, è lo stesso regista, in conferenza stampa, a chiarire il punto: l’anorgasmia non è mai un problema esclusivamente femminile ma coinvolge il rapporto di coppia, il duo sentimentale che proprio nell’amore (rappresentato dalla coppia Orazio-Chiara) trova la sua realizzazione e, di conseguenza, il piacere fisico:

 

 

Oltre al numero degli sceneggiatori (ben sei) che richiama la vecchia commedia italiana scritta a più mani, il film sorprende per la bella prova degli attori. In particolare, i due protagonisti riescono a fondare due personaggi naturali, reali, vivi: Vanessa Incontrada interpreta una donna vera, dolce, combattuta nella sua psicologia ma dai tratti teneri; una prova delicata, dolce e spontanea; Enrico Brignano, a suo agio in un personaggio che ne combina di tutti i colori, è un uomo che non rinuncia ai suoi sogni anche quando questi vengono derisi da colleghi e amici; una crociata emotiva, una vita spesa nella fedeltà ai propri ideali, alle proprie convinzioni romantiche d’altri tempi.

Il film, in uscita nelle sale il 17 settembre, sarà disponibile in ben 350 copie nei cinema; segno, ancora una volta, che la commedia italiana sta vivendo un nuovo periodo positivo grazie a delle regie convincenti, a sceneggiature valide e a degli attori coinvolti in un genere in rinascita.

 TUTTE LO VOGLIONO – La fotogallery del film

TUTTE LO VOGLIONO – Il trailer del film

Altri video della conferenza stampa da Noteverticali

www.youtube.com/playlist?list=PLCZjk7oPWORVdmWD3RkaeAZYXRbetAVWR

TUTTE LO VOGLIONO (Italia, 2015, Commedia). Regia di Alessio Maria Federici. Con Enrico Brignano, Vanessa Incontrada, Giulio Berruti, Ilaria Spada, Gianna Paola Scaffidi, Marta Zoboli, Andrea Perroni, Giovanna Rei, Massimo Bagnato. Prodotto da Fulvio e Federica Lucisano. Una produzione Italian International Film con Rai Cinema