Zombieland: il sequel per sorrisi senza pretese

NoteVerticali.it_Zombieland_doppio_colpo

Nasce a Milano qualche anno fa. Usa la scrittura come antidoto alla sua misantropia, con risultati alterni. Ama l’onestà intellettuale sopra ogni altra cosa, anche se non sempre riesce a praticarla.

Benvenuti a Zombieland” era un gran piccolo film che nel 2009 raccontava le gesta di una famiglia improponibile (capitanata da Woody Harrelson) intenta a vagare per un’America infestata da zombie e provando a sopravvivere. Il cameo di Bill Murray esule nella sua villa era spassosissimo. Arriva in sala un sequel, Zombieland: doppio colpo (il primo film non era nemmeno stato distribuito nel nostro paese) per la gioia dei tanti estimatori del cinema per looser. Il cast rimane lo stesso con Emma Stone e Jesse Esinber ad accompagnare Woody e la piccola, ormai cresciuta, Abigail Breslin.

Questa volta troviamo i protagonisti alla Casa Bianca in qualità di inquilini che continuano da dove li avevamo lasciati, a uccidere zombi. Oltre alla missione sopravvivenza per il gruppo vanno considerati i piccoli conflitti quotidiani che anche una situazione così estrema porta con sé. Da questi conflitti il film parte per riuscire a far sorridere il pubblico, una scelta che s’ispira alla comicità da gag con l’unità narrativa ridotta al minimo e la battuta chiamata a mantenere il ritmo alto. Una famiglia invecchiata e costretta a vivere in un ambiente che si sta decostruendo sempre più ogni giorno che passa, cui vengono aggiunti dei personaggi particolari e degni di un circo di comici da strada. Dopo che tutti saranno costretti a uscire dalla loro abitazione per far fronte a un imprevisto i siparietti diventeranno un po’ più divertenti, ma comunque monocorde.

Non un lavoro cattivo, ma sicuramente privo di quella irriverenza che il primo capitolo aveva nel DNA, il gruppo di attori storico merita una piena sufficienza solo per le facce, ma non basta per guadagnare l’applauso che ci si sarebbe aspettato. L’universo dei morti viventi in dieci anni è stato ampiamente sfruttato (dalle serie tv ai film di terza categoria) e forse non emoziona più così tanto. Esiste un cinema che non ha pretese e sarebbe un errore avversarlo, da questo Zombieland si aspetta un’ora e mezza in serenità e una passeggiata fino a casa scherzando sulle battute della sceneggiatura, missione ampiamente compiuta.

ZOMBIELAND – Doppio Colpo (Usa 2019, Azione/Commedia/Horror, 99′). Regia di Ruben Fleischer. Con Woody Harrelson, Jesse Eisenberg, Abigail Breslin, Emma Stone, Zoey Deutch, Bill Murray, Rosario Dawson, Avan Jogia, Dan Aykroyd, Ian Gregg. Warner Bros/Sony Pictures. In sala dal 14 novembre 2019.