Un gruppo di amici giunti all’età del disincanto decide di darsi all’alcool. Martin è un professore di storia che deve affrontare la noia di una vita monotona. Alla fine della giovinezza, quando i sogni si affievoliscono, ma il corpo risponde ancora, è impossibile arrendersi. Seguendo la teoria di un bizzarro filosofo decide, con i suoi amici, di compensare il disincanto con un alcolismo scientifico. I risultati arrivano, ma quando ci si vende al vizio la tendenza ad andare oltre è inevitabile.

Un altro giro, l’ultimo film di Thomas Vinterberg, è essenzialmente un inno alla vita. Le vicende di uomini stanchi che hanno perso la capacità di emozionarsi e soprattutto di emozionare. Adulti con prole che si chiedono quanto ci sia ancora da conquistare senza riuscire a rispondersi. Le loro vite sono quasi serene: lavoratori affermati e padri di famiglia accorti. Ma qualcosa non torna. Un film corale che riesce a emozionare senza cadere nel dramma, ma interrogandosi su come sia possibile rispondere alle pressioni che la vita inevitabilmente porta con sé. Essere un insegnante senza passione, o un padre assente può starci fino a quando il rispetto personale non abbandona. La ricerca di una via di fuga cade allora sulla sostanza più facilmente recuperabile da utilizzare con oculatezza. Un’ubriacatura non è oculata per definizione e gli ex ragazzi si troveranno a esagerare pagandone le conseguenze, o forse no. 

Una sceneggiatura divertente e a tratti drammatica, che rende il film godibile senza annoiare, si fonde con la recitazione perfetta dei protagonisti. Mads Mikkelsen è una sintesi perfetta del quarantenne che si chiede dove sia finita l’imbattibilità di un tempo. L’attore recita in maniera posata riuscendo a esprimere quella gamma di sentimenti che solo chi ha vissuto può capire. Il regista contestualizza questa storia “danese” in maniera efficace parlando di angoscia ed elevandola a gioia attraverso la cupa ironia che da sempre è nelle sue corde. Una riflessione sulla fine, ma soprattutto la ricerca di una reazione che riporti alla vita. 

UN ALTRO GIRO (Danimarca 2020, Drammatico, 116′). Regia di Thomas Vinterberg. Con Mads Mikkelsen, Thomas Bo Larsen, Magnus Millang, Lars Ranthe, Maria Bonnevie. Medusa.