Fuggire via dal clamore di un’esistenza troppo rumorosa, che non permette di ascoltare i battiti del proprio cuore. E’ un esordio emozionante quello di Rosemar, nuovo progetto musicale per Marco Cibonfa, artista italiano di origine maltese che oggi debutta da solista con il singolo I mostri di ieri. Un brano introspettivo, come afferma lo stesso autore e interprete, che descrive “una serie di sensazioni di disorientamento influenzate dai ricordi che riemergono dal passato. Un uomo crede di essere unico di fronte all’amore ma poi, crescendo attraverso le emozioni, queste convinzioni si sgretolano nella realtà che non siamo poi cosi diversi dagli altri. Tutto ciò che rimane è la possibilità di allontanarsi dal rumore”.

Parallelamente allʼesperienza con la band indie-folk Calembour – con la quale ha siglato un contratto discografico con l’etichetta statunitense StandBy Records e si è esibito in un centinaio di live in tutta Europa – il cantautore ha scelto di intraprendere un percorso solista col desiderio di sperimentare nuove sonorità alt-rock.

Il singolo – scritto, arrangiato e suonato da Rosemar con la partecipazione dei musicisti Francesco Cornaglia, Davide Pilati, Angelo Viviani e Andrea Denanni – si avvale di un video diretto da Edoardo Giuliani e interpretato da Raffaella Antinucci, che conquista lo schermo con una performance a tutto tondo, che ben si lega all’intensità e al ritmo costante della parte musicale.

Il brano è stato registrato tra l’Officina Sonora Studio di Torino e il Blu Room Studio di Chivasso, mixato da Alessandro Vendrame al Blu Room Studio di Chivasso e masterizzato da Simone Squillario all’Hybrid Studio di Torino. Hanno contribuito inoltre Davide Turbino e Matteo Rizzo. L’artwork del singolo è di Vittoria DʼAmico.

Di Giulia Alessi

Studi classici, amante della musica e del cinema... ma non mi piacciono i musical :)