Bom dia minha gente “culta”……

Acaba de sair “do forno” il nuovo e atteso disco di Leila Pinheiro. Attraverso il disco, dal titolo “Melhor que seja rara”, la grande interprete e pianista celebra i suoi primi 40 anni di una splendida carriera.  

Un lavoro “atteso” e nel quale questa eccellente musicista si propone con il solo piano e la sua splendida voce, visitando un repertorio davvero straordinario, visto che si tratta di brani scritti dai più validi compositori e “letristas” della MPB moderna, da Viniciud de Moraes ad Antonio Adolfo, passando per la modernità di Adriana Calcanhotto e la “classe” di Roberto Menescal, Dori Caymmi e Paulo Cesar Pinheiro.

Leila Pinheiro, una delle “filhas” predilette della meravigliosa citta di Belèm no Parà, è da sempre considerata a buon titolo come una delle “rainhas” della musica brasiliana, grazie alla sua voce, alla sua capacità interpretativa, per il suo saper “spaziare” nella MPB in tutti i suoi generi più “nobili” e sofisticati. Un’artista grandissima, una “predestinata” e basti pensare che il suo primo disco (realizzato nel lontano 1983…) venne tenuto “a battesimo” da veri “totem” della MPB, quali A.C.Jobim, Francis Hime, Toninho Horta, Ivan Lins, Roberto Menescal e Joao Donato.

Un disco, questo “Mehor que seja rara” ,che vi consiglio caldamente di non perdere e che arricchirà e “nobiliterà” la discoteca di coloro che conoscono e sanno apprezzare…o que merece em MPB.

Disponibile su tutte le piattaforme musicali….

Atè a proxima, minha Gente “culta”….

E sempre : salve à MPB , mas sò se for…..de qualidade.

The following two tabs change content below.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: