Ridi come se non fossi qui è il primo singolo del duo composto da Francesco Quinto e Alessandro Tacchini
Un urlo, uuna vena del collo, turgida e pulsante. Bluastra. Gonfia di rabbia. Sul punto di esplodere. Figlio dei tempi di rabbia che stiamo vivendo. Rabbia catartica, come la definiscono Francesco Quinto e Alessandro Tacchini, i Soundelirio, duo che è figlio del grunge anni Novanta, una delle declinazioni più violente del rock, esplosa a Seattle e da lì amplificatasi in tutto il mondo. Uno smarrimento di solide certezze, una spallata alle convenzioni ma anche alle sicurezze, per affrontare una realtà precaria e incerta, dalla quale si uscirà salvi o dannati, per sempre. Un suono sporco, ruvido e però sincero, che si accompagna a un riff primordiale, grondante di armoniche dissonanti. Un vagito musicale imperfetto, ma una traccia per regalare future speranze.
Il brano, su etichetta Boleskine House Records, è disponibile in radio da venerdì 17 settembre.

Di Giulia Alessi

Studi classici, amante della musica e del cinema... ma non mi piacciono i musical :)