Brett Morgen è un regista capace di ritrarre le personalità restituendone, per quanto possibile la natura. Il suo lavoro sulla figura di Kurt Kobain aveva impressionato per la peculiarità nel montaggio e la scelta di un percorso visivo che provasse a disegnare il cantautore partendo dal suo stile personalissimo. In Moonage Daydream, il suo nuovo lavoro, il regista propone un approfondimento sul fenomeno David Bowie. Nel documentario si attraversano le anime del Duca Bianco analizzandone a tutto tondo ogni sfaccettatura.

Attraverso i suoi spettacoli e i suoi continui cambiamenti di look, Moonage Daydream rende al pubblico la figura di un artista che è passato attraverso cinquant’anni di storia dell’arte da protagonista assoluto. Dal glam degli anni Settanta fino al cinema con l’A maiuscola che David ha contribuito a creare. Interpretazioni storiche, quelle di Bowie, che hanno confermato l’eclettismo di questo genio assoluto. Un ritratto, quello di Morgen, definitivo che non spiega il fenomeno Bowie lo rende vivo fissandolo e ripetendone l’importanza.

Il film permette di viaggiare attraverso le note e le immagini per cui l’artista è conosciuto, ma ne illustra anche le continue digressioni . Dal teatro alla scultura, dalla danza alla pittura si raccontano le abilità di un extraterrestre che sembrava caduto dal cielo per insegnare la bellezza. Il montaggio serrato e l’aneddotica sono i punti di forza di Moonage che mostra quanto alcune star non sono che illusioni proiettate dalla gente e per la gente.

Il lato umano di Bowie è una parte altrettanto interessante perché rimanda la sua profonda onesta nel raccontarsi e raccontare anche le parti più private come il rapporto con la famiglia e la sua tendenza a mantenere un ragionato distacco da una socializzazione posticcia. Un uomo e un artista che si presenta al pubblico non per farsi apprezzare ma per il bisogno di esternare la passione per ogni forma di creatività. Il lavoro di Morgen è una testimonianza storica di epoche che hanno formato l’arte odierna condizionandola grazie al coraggio di trasformare le intuizioni in realtà.

MOONAGE DAYDREAM (Usa 2022, Documentario, 140′). Regia di Brett Morgen. Con David Bowie. Universal Pictures. In sala dal 26 settembre 2022.

The following two tabs change content below.

Paolo Quaglia

Nasce a Milano qualche anno fa. Usa la scrittura come antidoto alla sua misantropia, con risultati alterni. Ama l’onestà intellettuale sopra ogni altra cosa, anche se non sempre riesce a praticarla.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: