Al Teatro Tordinova di Roma abbiamo assistito alla prima della commedia noir scritta da Laura Girolami e diretta da Pietro De Silva

noteverticali.it_non_c_e_piu_religione_pietro_de_silva_fabio_galadini_cristina_pedettaLa trama è accattivante: una donna da sempre docile e dedita alla vita familiare, ora vedova, si presenta a casa di un suo ex compagno di scuola, Giorgio, ex pornodivo di successo (n arte Roy Pitone). Sandra è caparbia, vuole assolutamente che il suo ex amichetto di scuola le faccia provare finalmente un nottata di passione come non ne ha mai avute! Giorgio cerca in ogni modo di dissuaderla e di sfuggire alle sue provocazioni, trovando una scusa dopo l’altra… Inizieranno così un viaggio tra turbamenti esistenziali e sessuali, rimpianti e debolezze pieno di colpi di scena.

Il testo è di Laura Girolami, che ha già diretto il thriller “Sourronded”, e che ha abbandonato in questo caso le atmosfere noir proponendo una commedia ironica e sarcastica, dai temi scottanti.

Nel complesso è uno spettacolo coinvolgente, dalla durata accettabile e che strappa più di una risata. Gli attori protagonisti, Fabio Galadini e Cristina Pedetta, sono molto bravi nei loro ruoli. Abbiamo particolarmente apprezzato la comicità del personaggio femminile, bravissima ad alleggerire la figura di una donna di mezza età, un po’ esaurita, ma in cerca di riscatto!

Senza dubbio la grande qualità di questa commedia, per la regia di Pietro De Silva, è che si affrontano tematiche spinose, anche abbastanza importanti senza scadere mai nel volgare. Si ride sempre in maniera pulita e giocosa; ogni tanto c’è spazio anche per la riflessione e l’introspezione dei due personaggi, per esplorare le loro angosce e paure, in cui bene o male ognuno di noi si può identificare.

Tuttavia dopo le premesse che propone la storia, ci aspettavamo un po’ di più dal finale.  L’impressione è che la vicenda cominci in maniera ilare, con battute e scenette divertenti…  la questione e le tematiche via via si approfondiscono, viene introdotto qualche monologo interiore e intimo dei protagonisti, tra serietà e sarcasmo, per poi tornare indietro verso un finale un po’ “sempliciotto” anche se divertente.

Non c’è più religione è sicuramente uno spettacolo godibile, con una buona regia e degli ottimi interpreti  che tengono viva l’attenzione del pubblico con la loro spiccata comicità.

 

Non c’è più Religionedi Laura Girolami, regia di Pietro De Silva, con Fabio Galadini, Cristina Pedetta e Francesco Guglielmi. Dal 18 al 30 ottobre al Teatro Tordinona, Via degli Acquasparta, 16, Roma.