I 70 anni di carriera dell’attore scomparso nel 2019 in un evento itinerante che toccherà Roma, Bologna e la Sardegna
Genoma Films è orgogliosa celebrare la lunga carriera di Raffaele Pisu – scomparso nel 2019 a 94 anni – con il progetto Raffaele Pisu Mattatori Brava Gente, un evento itinerante in diverse città italiane che vuole ripercorrere i 70 anni di attività del poliedrico artista, attraverso una mostra fotografica, una video installazione, la proiezione del film restaurato Italiani Brava Gente, e anche l’esposizione dei suoi quadri: in pochi sanno della sua passione per il disegno e per la pittura. Dopo l’inaugurazione avvenuta a Pesaro il 25 novembre allo Spazio Bianco/Fondazione Pescheria, la tappa successiva dell’omaggio arriva l’8 dicembre alla Casa del Cinema di Roma, quindi alla Cineteca di Bologna per concludersi infine in Sardegna (la famiglia di Pisu era originaria di Guspini).
Raffaele Pisu è stato un prolifico showman, attore radiofonico, teatrale cinematografico e televisivo, comico, conduttore, un vero simbolo dell’Italia del dopoguerra e delle decadi a seguire. Ha attraversato il periodo d’oro della radio, della televisione e del cinema italiano. Grazie a questo evento celebrativo, verrà ripercorsa la sua effervescente carriera con una mostra di fotografie tratte dall’archivio privato Pisu, con una video installazione che proporrà in loop volti ed espressioni dell’artista e con un secondo video in cui è montata una sequenza di brani tratti da un’intervista realizzata nel 2019 dal figlio Antonio quando Raffaele aveva 92 anni.
Inoltre, una sezione della mostra è dedicata alle sue molteplici interpretazioni cinematografiche e in particolare ad un celebre film in cui l’attore si distingue in un inedito e straordinario ruolo drammatico: Italiani brava gente (1964) di Giuseppe De Santis. Saranno esposte rare foto di back stage scattate durante le riprese. In ogni location l’evento gratuito sarà sempre accompagnato dalla proiezione della versione restaurata del film, presentata nel 2018 alla Festa del cinema di Roma grazie al finanziamento di Genoma Films e al restauro del Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale. Il progetto è di Genoma Films dei fratelli Paolo Rossi Pisu e Antonio Pisu e Marta Miniucchi, che ne ha curato anche la direzione artistica. L’evento è realizzato con il sostegno del MIC-Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, in collaborazione con: Comune di Pesaro, Pesaro 24-Capitale Italiana della Cultura, AMAT, Spazio Bianco – Fondazione Pescheria, CSC Cineteca Nazionale, Intramovies, Casa del Cinema di Roma, Istituto Luce Cinecittà, Fondazione Cineteca di Bologna, Fondazione Sardegna Film Commission, Calzanetto, Zen, Zig Zag, Ebano.
Raffaele Pisu con Corrado e Sandra Mondaini in una foto degli anni ’60