“Every day a little love”, un nuovo disco per lasciarsi conquistare da una voce davvero affascinante.

Bom dia minha Gente “culta”…….
Al di la dei grandi nomi , i grandi protagonisti “storici” della MPB, dei quali tutti gli amanti seguono il cammino artistico, la traiettoria musicale , mi piace anche esplorare e valorizzare, proporre e segnalare nuove voci , nuovi talenti che sorgono in questo genere musicale tanto amato e apprezzato ai “quattro angoli” del Pianeta.
Ed è proprio per questo motivo che oggi richiamo la vostra attenzione su questa talentuosa cantante portoghese, Amalia Baraona, ma cresciuta musicalmente in Brasile, “nutrendosi” della bossanova ed in particolare ispirandosi ad alcune tra le “rainhas” di questo genere, da Nara Leao a Joyce Moreno, passando per Rosa Passos ed altre voci femminili che hanno “segnato” questo genere tanto amato.
Negli anni ’90 si è trasferita in Europa (in Belgio) e successivamente , ne gli anni 2000 in vari Paesi balcanici ed iniziando una proficua collaborazione con eccellenti musicisti quali Guido Di Leone, Petrit Çeku, Toni Kitanovski e Dinko Stipaničev e con i quali ha realizzato il suo primo disco Mulheres.

Un viaggio musicale davvero accattivante, grazie alla voce molto piacevole di un’artista che mi piace portare alla vostra attenzione, poiché ritengo che si tratti di una gradevolissima novità, grazie anche al repertorio che lei ha scelto (con molti brani scritti da uno dei “totem” della MPB, Joao Donato) per realizzare questo bel progetto del quale potrete goderne i contenuti , essendo presente e fruibile in tutte le migliori “piattaforme” musicali del web.
Un’occasione da non perdere per “immergervi” in una musicalità originale, una voce davvero affascinante e che vi sorprenderà piacevolmente.

Questo è il repertorio della proposta che vi segnalo:

  1. Minha saudade
  2. E Vamos Lá
  3. Entardecendo
  4. Jusqu’à Là Fin (Até o fim)
  5. Amor Nas Estrelas 
  6. Pra dizer Adeus 
  7. E Muito Mais
  8. Nunca Mais 
  9. Luz da Canção 
  10. Everyday A little

Atè a proxima, minha Gente “culta”……
Salve a MPB, ma sò se for de……qualidade !